Sab, 22 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Ferrero si mangia i dolci Usa di Nestlé

[:it]

La società sborsa 2,8 miliardi $ per crescere sul maggiore mercato mondiale

(Finanza.com) Ferrero inizia il 2018 con un’importante acquisizione negli Stati Uniti. Dopo le indiscrezioni delle ultime settimane, è arrivata l’ufficialità dell’acquisto del business dolciario statunitense da Nestlé per 2,8 miliardi di dollari in contanti diventando la terza maggiore azienda dolciaria sul mercato americano. Le attività dolciarie statunitensi di Nestlé hanno generato vendite pari a circa 900 milioni di dollari nel 2016.
La transazione dovrebbe concludersi entro la fine del primo trimestre 2018. Il gruppo di Alba mette le mani su oltre 20 marchi Usa
Ferrero comprerà più di 20 marchi Usa, molto noti nel mercato americano, come Butterfinger, BabyRuth, 100Grand, Raisinets, Wonka e i diritti esclusivi del brand Crunch per i dolciumi e per altre categorie negli Usa, come i brand di caramelle SweeTarts, LaffyTaffy d Nerds.Ferrero acquisirà gli stabilimenti produttivi statunitensi di Nestlé a Bloomington, Franklin Park e Itasca, Illinois, e i dipendenti legati alla pasticceria, e continuerà a operare attraverso gli uffici a Glendale, in California, nonché dalle altre sedi attuali dell’Illinois e New Jersey. “Il business dolciario di Nestlé negli Stati Uniti porta con sé un portafoglio eccezionale di marchi iconici ricchi di storia e di grande riconoscibilità – ha commentato Giovanni Ferrero, presidente esecutivo del gruppo Ferrero – . Ciò, combinato con l’attuale offerta Ferrero sul mercato americano, incluse le aziende recentemente acquisite Fannie May e Ferrara Candy Company, garantirà una gamma più ampia, un‘offerta più vasta di prodotti di alta qualità per i consumatori di snack al cioccolato, caramelle, dolciumi e prodotti stagionali, oltre a nuove entusiasmanti opportunità di crescita nel più grande mercato dolciario del mondo”.Nel 2017 Ferrero aveva messo a segno due acquisizioni sempre negli Usa. La prima a marzo, quando ha rilevato Fannie May Confections Brand, e la seconda a ottobre, quando ha messo le mani sulle caramelle Ferrara Candy. Quella del business Usa di Nestlé è l’ottava acquisizione di Ferrero dal 2014 a oggi.Il gruppo di Alba nell’esercizio 2016-2017 chiuso il 31 agosto scorso ha generato un utile d’esercizio di 200 milioni di euro. Ferrero ha superato il miliardo di euro di investimenti realizzati sul territorio italiano in dieci anni.[:]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: