Lun, 27 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Piazza Affari e spread chiusura positiva

[:it]

Dopo le rassicurazioni sulla manovra

(Milano Finanza) Il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni con un rialzo dello 0,62% a 20.395 punti, poco distante dal massimo di giornata a 20.413 punti. I progressi dell’indice milanese sono stati guidati da alcuni bancari grazie alla riduzione dello spread Btp/Bund (283,856 punti base) dopo le dichiarazioni del vice-premier e ministro dell’Interno Matteo Salvini, secondo cui quella del 2019 “sarà una manovra rispettosa di tutte le regole, che farà pagare meno tasse agli italiani”. A piazza Affari Ubi +3,03%, Mediobanca +2,77%, Intesa Sanpaolo +2,04%, Banco Bpm +0,97%, Bper +0,47% e Unicredit +0,47%. Anche Generali Ass . (+1,67% a 14,585 euro) ha beneficiato del movimento positivo dello spread.

La seduta odierna è stata comunque caratterizzata da volumi molto bassi dal momento che i mercati degli Stati Uniti sono rimasti chiusi per festività.

I dati macroeconomici non hanno avuto un grande impatto sull’andamento delle piazze europee: l’indice Pmi manifatturiero dell’Eurozona definitivo di agosto, elaborato da Ihs Markit, si è attestato a 55,1 punti, in discesa dai 55,1 punti di luglio. Il dato è in linea con la rilevazione preliminare e con il consenso.
A Piazza Affari Telecom Italia (+1,09% a 0,555 euro) ha effettuato un recupero dopo la debolezza degli ultimi mesi che ha portato il titolo dai 0,8802 euro del 10 aprile ai 0,549 euro del 31 agosto.
Acquisti anche su Fca (+0,66% a 14,656 euro), su cui Banca Akros ha confermato la raccomandazione accumulate e il prezzo obiettivo a 20,5 euro.

Hanno invece chiuso la seduta in negativo Azimut (-1,24%), Pirelli (-1,1%) e Prysmian (-0,5%).

Sul resto del listino si segnala Fincantieri (+7,68% a 1,374 euro) grazie alla promozione di Mediobanca Securities da neutral a outperform, con prezzo obiettivo che sale da 1,09 a 1,8 euro. Gli analisti hanno citato i forti fondamentali del mercato delle crociere.

Molto bene anche Maire (+5,15% a 4,204 euro) dopo che la controllata Tecnimont si è aggiudicata in via preliminare da Sonatrach un contratto Epc (Engineering, Procurement and Construction) per l’esecuzione del progetto LPG Train 4 – Zcina Hassi Messaoud, che sarà realizzato all’interno del complesso Zcina, nell’area di Hassi Messaoud, in Algeria centrale.

Salini Impregilo (+3,15% a 2,164 euro,) come ha spiegato il capo di una sim milanese, ha effettuato un rimbalzo dopo la recente debolezza.

Immsi ha invece terminato la seduta con un progresso del’11,74% a 0,471 euro, posizionandosi tra i migliori titoli di tutta piazza Affari. Il gruppo ha chiuso il primo semestre riportando un utile netto consolidato in crescita a 11,4 milioni di euro, che si confronta con un risultato positivo per 11,3 milioni conseguito nella prima metà dello scorso esercizio. L’ebitda è salito a 124,1 milioni (122,5 mln) e il relativo margine è migliorato al 16% dal 15,8% precedente.

Sull’Aim Italia si evidenziano i guadagni di Portobello (+17,61% a 3,94 euro) che ha effettuato un consistente rimbalzo. L’azione della società specializzata nella fornitura di prodotti di qualità a prezzi accessibili e nella distribuzione di servizi media e’ stata sospesa più volte dagli scambi. Un gestore interpellato da MF-Dowjones ha spiegato che Portobello ha effettuato un rimbalzo: il titolo è infatti passato dai 5,1 euro toccati nel giorno del debutto fino ai 3,35 euro del 31 agosto, livello da cui è partito il movimento di recupero odierno.

Fonte: https://www.milanofinanza.it/news/piazza-affari-e-spread-positivi-dopo-le-rassicurazioni-sulla-manovra-201809031804215309

 [:]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: