Gio, 20 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Nuova Sabatini a supporto delle PMI

[:it]

Il Ministero dello Sviluppo Economico con il decreto direttoriale n. 1338, in data 28 gennaio 2019, ha sancito la riapertura dello sportello, a partire dal 7 febbraio 2019, per i contributi sulla misura Beni strumentali, altresì detta Nuova Sabatini o Sabatini ter.

Possono presentare la richiesta di finanziamento le microimprese, le piccole e le medie imprese, incluse quelle che operano nel settore agricolo e della pesca ad esclusione di quelle operanti nel settore carboniero, attività finanziarie ed assicurative, fabbricazione di prodotti di imitazione e prodotti lattiero-caseari
L’incentivo permette ai potenziali beneficiari di presentare ad una delle banche, o intermediari finanziari, aderenti alla convenzione con il Mise la richiesta di accesso al contributo in formato elettronico e via p.e.c. Una volta ultimata l’istruttoria bancaria la domanda di finanziamento viene veicolata alla Cassa Depositi e Prestiti per la valutazione finale.
Il contributo ottenibile è in conto interessi e pari al 2,75% sugli investimenti ordinari e 3,575% per gli investimenti industria 4.0. L’investimento, quindi, necessariamente avviato almeno dopo la presentazione della domanda al fine di aver diritto al contributo, deve essere funzionale alla creazione di una nuova unità operativa, ampliamento e/o diversificazione di attività già esistenti oppure avente l’obiettivo di un concreto cambiamento del processo di produzione di uno stabilimento esistente. I beni, quindi, oggetto dell’investimento dovranno essere macchinari, impianti, beni strumentali, attrezzature, hardware, software e tecnologie digitali.
Le risorse previste per il bando, come da stanziamento nella legge di bilancio 2019, sono pari a 480 milioni di euro e rappresentano un importante supporto a quelle imprese che vogliano effettuare investimenti nel settore e avere un incentivo concreto in merito agli interessi da pagare alla banca. Infine la riapertura del bando rappresenta una sorta di continuità rispetto a quello dello scorso anno dove sono state presentate numerose domande, oltre la soglia di fondi disponibili, e con la riapertura si provvederà a valutare quelle già presentate oltre a quelle dell’annualità corrente.

Giuseppe Arleo
Dottore commercialista in Salerno[:]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: