Mar, 28 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Timido rimbalzo per Milano, Nexi in evidenza

[:it]

Le borse europee salgono con il coronavirus che fa meno paura dopo che i virologi dell’Istituto Spallanzani sono riusciti, primi in Europa, a isolare il virus

L’indice Pmi manifatturiero a gennaio finale dell’Eurozona è visto in rialzo a 47,8 punti. Spread stabile con lo scontro sulla giustizia che, però, lancia nuove ombre sulla tenuta dell’esecutivo. Nexi beneficia della notizia che Worldline ha comprato la francese Ingenico per 7,8 mld di euro | Borse Ue attese poco mosse post Brexit. Si teme meno il virus. Contro il coronavirus il dollaro resta un porto sicuro. “Date le dimensioni dell’economia cinese e le possibili ripercussioni in altri Paesi, l’epidemia sembra sufficientemente significativa da sollevare dubbi sulla dinamica della crescita globale nei prossimi mesi”, hanno sottolineato gli analisti di Goldman Sachs. “Nel frattempo, l’economia degli Stati Uniti sembra reggere abbastanza bene e dovrebbe essere meno esposta alle ripercussioni rispetto ad altre regioni”. Il cambio euro/dollaro viaggia al momento a 1,10746 (-0,12%) e il cambio sterlina/dollaro a 1,3143 (-0,39%). Dopo la Brexit, la fiducia degli investitori nella sterlina “potrebbe deteriorarsi rapidamente se dai negoziati commerciali tra il Regno Unito e l’Ue arriveranno segnali negativi”, ha previsto Neil Wilson di Markets.com. “Gli operatori dovrebbero prepararsi per un percorso travagliato e difficile con i colloqui e pertanto ci si aspetta un rischio significativo per la sterlina nei prossimi mesi”.

Meglio Nexi (+2% a 13,058 euro) in scia alla notizia che Worldline ha comprato la francese Ingenico a un prezzo pari a 7,8 miliardi di euro. Dalla fusione nascerà il quarto soggetto mondiale del settore dei pagamenti digitali. Anche Nexi potrebbe essere prossima alle nozze. La scelta degli advisors di Sisa da parte di Cdp sarebbe vicina. Tra i nomi vi sarebbero Lazard, Rothschild, Vitale e Evercore. Le opzioni rimangono un’Ipo oppure la fusione con Nexi. “Gli advisor indicati sembrano più appropriati per operazioni di M&A che non per operazioni sui mercati dei capitali/Ipo. Restiamo in attesa delle decisioni di Cdp su Sia dove riteniamo interessante un eventuale fusione con Nexi grazie alla logica industriale e potenziali sinergie”, ha detto un analista.

Approfondisci: Milano Finanza[:]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: