Lun, 24 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Alitalia, è sfumata la gara ad 8

[:it]

La compagnia sarà pubblica e partirà a fine maggio con 70 aerei

La nuova Alitalia sarà statale. E’ già sfumata la gara ad 8 ed è stata confermata che la nazionalizzazione della compagnia partirà a fine maggio con l’arrivo della Newco pubblica. All’inizio sarà una mini Alitalia con non più di 70 aerei contro i 114 attuali. Gli altri, quasi tutti in leasing, resteranno a terra, facendo risparmiare i costosissimi canoni di affitto. Poi, quando e se il mercato ripartirà, la compagnia di bandiera potrà tornare a crescere. All’inizio si era parlato di un numero ancora più ridotto, massimo 25-30 aerei, il numero di quelli che stanno volando in questo momento di emergenza Covid-19, ma poi la notizia è stata smentita.

L’ipotesi di frazionarla è stata quindi accantonata. “Alitalia è strategica e tornerà ad essere la compagnia di bandiera”, tuona l’Esecutivo. Ma la newco sarà ridotta ed i tempi per farla ripartire sono stretti. Dopo infatti tre anni e più di stallo, si punta a crearla in poco più di un mese, perché la liquidità in cassa sta terminando. Uno scenario che, in assenza per ora di un vero e proprio piano di rilancio, preoccupa i sindacati. “Poiché la liquidità in cassa sta terminando, ci è stata comunicata l’idea di arrivare in tempi brevi alla costituzione di una nuova Alitalia a partecipazione statale” hanno rivelato congiuntamente Cgil e Filt. Secondo Andrea Cuccello, segretario confederale della Cisl, e Salvatore Pellecchia, segretario generale della Fit-Cisl, restano da chiarire il perimetro delle attività della Newco e il piano industriale. “La nuova Alitalia deve nascere con un’idea di sviluppo ed aumento dei voli, superata la fase emergenziale. Il dimensionamento non può essere effettuato tenendo conto degli attuali volumi di traffico che sono crollati, al pari di tutte le altre compagnie, per effetto delle misure di contenimento del contagio del Covid-19“, spiegano.

Per Uil e Uiltrasporti il giudizio rimane sospeso, almeno fino ai prossimi incontri (forse già lunedì 30 marzo), quando sono attesi dal Governo chiarimenti sul perimetro della newco, l’organico dei lavoratori, la flotta e sui progetti di crescita che si devono mettere necessariamente in campo.

di: Maria Lucia PANUCCI[:]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: