Mer, 01 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Emergenza Covid-19, inaugurata a Milano la più grande terapia intensiva d’Italia

[:it]

In totale sono stati raccolti 21 milioni di euro per 200 posti letto

E’ la più grande terapia intensiva realizzata in tempi record, soli 10 giorni, per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Si tratta del nuovo ospedale costruito alla Fiera di Milano grazie al contributo di 21 milioni di euro, donati da oltre 1.200 persone. “E’ una struttura ospedaliera a tutti gli effetti, non un ospedale da campo – ha spiegato all’inaugurazione Ezio Belleri, direttore generale del Policlinico di Milano che la gestirà – e ospiterà il più grande reparto di terapia intensiva d’Italia, uno strumento fondamentale per combattere la battaglia contro il Covid-19“.

In campo 200 medici, 500 infermieri e altre 200 figure professionali che opereranno in una struttura che non ha eguali. In totale ci sono 200 posti letto ma non tutti sono dedicati alla terapia intensiva. Accoglieranno, in base alle esigenze del territorio, i pazienti gravi affetti dal virus. Già sono stati aperti 8 reparti con i primi 53 posti per la terapia intensiva, poi in una seconda fase verranno resi disponibili altri 104 ed infine, in una terza, ci saranno altri 48 letti per malati che, come ha spiegato il Governatore della Lombardia Fontana, potranno arrivare anche da altre Regioni: “Con il presidente Conte e il ministro Speranza abbiamo parlato di questo progetto, a loro è piaciuto molto tanto che hanno pensato di replicarlo anche per il Centro e il Sud Italia. L’ospedale della Fiera diventerà quindi un hub di riferimento del nord Italia per i pazienti Covid”, ha spiegato.

Avevamo fatto una promessa e l’abbiamo mantenuta – ha invece detto il consulente scelto Guido Bertolaso. – Non abbiamo realizzato un lazzaretto, lo abbiamo detto sin dall’inizio. Chi entra qui avrà un ambiente, una struttura, attrezzature e assistenza ottimale per le proprie esigenze di salute”.

La struttura rimarrà finché sarà necessario, ma è già stato predisposto con il Policlinico lo smontaggio e lo stoccaggio in magazzino per riutilizzare i materiali.

di: Maria Lucia PANUCCI[:]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: