Lun, 20 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Rimbalzo per le Borse europee

[:it]

Partenza positiva nonostante il crollo anche del Brent (-16% a 16 dollari)

Le Borse europee tentano il rimbalzo ed aprono con il segno più dopo il crollo di ieri. Nei primi minuti di contrattazione a Francoforte il Dax sale dello 0,90%, a Parigi il Cac40 segna un +0,22% e a Londra l’indice Ftse100 guadagna lo 0,63%.

Tutto questo nonostante il crollo anche del petrolio Brent che stamani negli scambi asiatici quota 16,1 dollari, -16,3%, mentre il Wti (contratto di giugno) segna un calo del 5,96% a 10,88 dollari sempre per le preoccupazioni relative al calo della domanda e alla limitata capacità di storaggio dell’industria. Anche i future Usa al momento segnano un rialzo mentre l’Asia è mista con il Nikkei giù dello 0,7%, Shanghai a +0,29% e Hong Kong a +0,11% e in rosso ieri anche Wall Street (Dow Jones -2,67%, S%P -3% e Nasdaq -3,48%).

Il sentiment è migliorato nelle ultime ore grazie al passaggio al Senato Usa di un pacchetto di aiuti da quasi 500 miliardi di dollari per ricostituire i fondi che si sono esauriti in pochi giorni. Il piano prevede che 100 miliardi di dollari siano destinati all’assistenza sanitaria, con 75 miliardi agli ospedali e 25 miliardi per i test del Coronavirus.

Nell’obbligazionario lo spread Btp-Bund riparte da 264 punti base, ieri in forte allargamento in vista del Consiglio europeo di domani e del giudizio di S&P sul debito dell’Italia che arriverà venerdì sera. Nel frattempo, nonostante la pressione sul differenziale, il Tesoro italiano ha fatto il pieno di richieste per i nuovi Btp a 5 e 30 anni collocati via sindacato che hanno ottenuto ordini record per 110 miliardi soddisfatti per 16 miliardi.

Nel valutario il dollaro ha continuato a rafforzarsi nei confronti della sterlina e dell’euro durante la seduta asiatica, ma ha perso leggermente terreno rispetto allo yen. Entrando nel dettaglio dei principali cross, l’euro/dollaro tratta sopra 1,08 a 1,0850, il dollaro/yen è sotto 108 a 107,61 e il cambio sterlina/dollaro viaggia poco sotto 1,23 a 1,2287. Poco mosso invece l’oro che al momento quota 1.705 dollari, +1%.

di: Maria Lucia PANUCCI[:]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: