Mer, 21 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Lettera aperta al Commissario Arcuri

[:it]

Il direttore editoriale di Business24 Matteo Valléro scrive in merito alle polemiche sulle mascherine

Caro Commissario Arcuri,
Lei ha ironicamente etichettato come “liberisti da salotto” coloro i quali hanno contrapposto delle legittime critiche alla scelta Sua e del Presidente Conte di “calmierare”, come ha detto Lei, il prezzo delle mascherine a 50 centesimi di euro l’una.
Col massimo rispetto per il Suo lavoro, e per il Suo ruolo, mi permetto di rispondere in tre punti:
in Italia vige la libertà di espressione e di stampa e il lavoro dei giornalisti e in generale degli organi di informazione è proprio quello di scavare a fondo sulla realtà e, nel caso, avanzare critiche, soprattutto quando, come in questo momento in Italia, l’opposizione politica al governo latita alquanto. Mi rendo conto che a Lei e all’Avvocato Giuseppe Conte la cosa possa disturbare, vista anche la risposta infelice del primo ministro a una collega di Bergamo, tacciata in malo modo. Se volete platee senza contraddittorio, rivolgetevi ad altri paesi meno democratici;
non occorre essere liberisti, e certamente non è il mio caso, semmai semplicemente “liberali”, inteso come amanti della libertà, per comprendere che, considerati il costo del lavoro in Italia e l’imposizione fiscale superiore al 50%, è impossibile che le mascherine chirurgiche siano vendute a meno di 1 euro, in caso contrario non vale la pena produrle nè venderle;
lieto che abbiate fatto retromarcia (il che fa pensare che questi liberisti da salotto forse avevano ragione a lamentarsi, e capirà quindi come sia utile la critica costruttiva) e abbiate trovato un accordo di rimborso con le farmacie. Tuttavia mi domando se, visto che Lei ha tanto a cuore che tutti gli italiani possano approvvigionarsi di mascherine senza indebitarsi, giustamente, non sarebbe stato più opportuno che la Protezione Civile recapitasse, anzichè DUE mascherine chirurgiche (2 di numero), nelle cassette postali degli italiani, magari 4/6 mascherine LAVABILI e riutilizzabili, in modo da non dover spendere nemmeno quei 50 centesimi.
Grazie per la Sua attenzione, Commissario Arcuri,
cordiali saluti da un “polemico di professione”.

di: Matteo VALLÉRO

direttore editoriale Business24[:]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: