Mar, 27 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Voliamo per l’Italia, nasce l’Associazione Italiana Compagnie Aeree Low Fares

[:it]

Ne fanno parte Blue Air, easyJet, Norwegian, Ryanair, Volotea e Vueling

Decolla la nuova Associazione Italiana Compagnie Aeree Low Fares. Blue Air, easyJet, Norwegian, Ryanair, Volotea e Vueling, che rappresentano piú del 50% del traffico aereo italiano di corto raggio, hanno unito le forze per rappresentare gli interessi delle compagnie aeree low cost nell’ambito delle relazioni con le autorità governative italiane e gli altri interlocutori istituzionali, nell’ambito del progetto Voliamo per l’Italia.

L’obiettivo è ambizioso perché punta a ripristinare la competitività del trasporto aereo italiano, assicurando a cittadini e imprese i collegamenti aerei e la costante disponibilità di accesso a tariffe aeree a basso costo. “A fronte della crisi dovuta al Covid-19 – si legge nel comunicato che ne annuncia la costituzione – l’Associazione è impegnata a offrire posti di lavoro e crescita economica e a ripristinare collegamenti e flussi turistici in tutta Italia nell’immediato futuro, al fine di sostenere una rapida ripartenza dell’economia italiana”. 

Le compagnie associate richiamano l’impegno ad applicare contratti di lavoro di diritto italiano al proprio personale di volo, i benefici dovuti alla liberalizzazione dell’aviazione negli anni ’90 con tariffe sostanzialmente più basse e alla concorrenza che ha portato a triplicare il volume dei passeggeri in Italia dal 1997.
L’Associazione, anche se non cita esplicitamente Alitalia, chiede al Governo di non agire su base discriminatoria, proteggendo il settore del trasporto aereo nel suo insieme e non una singola compagnia e lo invita a sospendere l’imposta comunale sui passeggeri per consentire la ripresa del traffico, in particolare verso le regioni italiane, dopo il lockdown.
di: Maria Lucia PANUCCI

[:]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: