Gio, 24 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Shopping, un italiano su due tornerà a comprare nei negozi come prima

[:it]

I più coraggiosi a tornare alle vecchie abitudini sono gli over 55

Un italiano su due tornerà a frequentare i negozi come prima. Ebbene sì, quando da lunedì le attività commerciali potranno rialzare di nuovo le saracinesche dopo due mesi di lockdown ecco che poco più della metà dei cittadini, ben il 53,6%, tornerà come prima a fare shopping nei negozi di abbigliamento e calzature e poco meno di due su quattro (42,5%) tornerà a frequentare come se nulla fosse i centri commerciali. È quanto emerge da un sondaggio condotto da IZI in collaborazione con Comin & Partners, sulla propensione dei consumatori nei confronti della riapertura ai tempi del Coronavirus.

Non vale lo stesso per bar e ristoranti che saranno penalizzati molto anche dopo l’emergenza sanitaria. Infatti, sempre stando a questa indagine, oltre la metà degli italiani (55%) non frequenterà più come prima i ristoranti e quasi la metà (48%) degli intervistati non tornerà nei bar con la stessa frequenza, rispetto alle abitudini pre Covid-19. Un dato positivo che riguarda gli esercenti però c’è. E’ vero che cambieranno i consumi ma è anche vero che solo un’esigua minoranza sceglierà di non usufruire più dei servizi di bar e ristorazione, rispettivamente il 7,4% e il 7,6%. Segno evidente che questo virus lascerà segni indelebili solo su poche persone, almeno stando ai sondaggi.

La vera notizia forse, ed anche quella più curiosa, è che i più coraggiosi ed ottimisti rispetto alla Fase 2 sono gli over 55 che riprenderebbero sin da subito le vecchie abitudini. Circa il 60% si dice infatti pronto a tornare a fare shopping senza aspettare un minuto di più e il 45% a fare colazione al bar. A questa fascia d’età sono mancati molto anche i centri commerciali, tanto che il 44% ha voglia di tornare a frequentarli come prima dell’emergenza.

Poco incline al ritorno ad una pseudo normalità è invece la fascia di età compresa tra i 35 e i 54 anni. Circa il 58% degli over 35 dichiara che andrà meno di prima nei ristoranti e solo due su quattro (43,5%) è pronta a tornare a fare colazione al bar come prima dell’emergenza. Più della metà (53,3%) si recherà invece a fare acquisti nei negozi. Ancora meno temerari, a sorpresa, i giovani (18-34 anni) che in generale sono tra coloro che manifestano un atteggiamento più deciso nel voler limitare alcune attività rispetto al periodo precedente al Coronavirus. Il 10%, ad esempio, non tornerà a frequentare più i bar, circa il 9% i ristoranti e l’8% i centri commerciali.

di: Maria Lucia PANUCCI

LEGGI ANCHE Covid-19, ecco le nuove regole per andare a cena fuori ed in spiaggia[:]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: