Ven, 30 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Cina, la produzione industriale segna un +4,4% a maggio

L’economia di Pechino è ripartita prima delle altre ma deve ancora rimettersi in carreggiata dopo il Coronavirus

La produzione industriale in Cina sale del 4,4% a maggio, il dato maggiore riscontrato dallo scorso dicembre, ma meno di quanto stimato dagli analisti che si attendevano un +5%. Il dato è anche superiore, su base mensile, al +3,9% registrato ad aprile. Segno evidente che l’economia cinese è ripartita prima delle altre ma deve ancora rimettersi in carreggiata dopo il Coronavirus.

Le vendite al dettaglio e gli investimenti hanno subito un’altra contrazione a maggio. Le prime sono crollate del 2,8% dopo il -7.5% di aprile e contro un atteso -2%. Gli investimenti fissi invece, che rappresentano il 60% di quelli totali, hanno subito una caduta del 6,3%, dopo il -10,3% di aprile e a fronte di un atteso -5,9%.

Si stanno riprendo bene i settori dell’acciaio e dell’auto ma ci vorrà ancora del tempo prima che anche altre attività tornino a viaggiare a livelli pre-crisi. Le perdite di posti di lavoro e il timore di una seconda ondata del virus mantengono cauti i consumatori. Il tasso di disoccupazione a maggio arretra al 5,9% dal 6% di aprile e contro un atteso 6,2%.

Negozi e ristoranti hanno ripreso la loro attività ma non lavorano a pieno ritmo.

di: Maria Lucia PANUCCI

Ti potrebbe interessare anche:

Risparmio, Visco avverte: “L’eccessivo taglio dei consumi frena la ripresa”
"Il debito pubblico ora è sostenibile ma permane su livelli elevati e …
Whirpool, è ufficiale: il sito di Napoli chiude domani. Esplode la rabbia dei lavoratori
Conte ai dipendenti: "Faremo qualsiasi cosa. Il Governo è al vostro fianco" …


Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: