Ven, 30 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Ascensori, il “cervello” per metterli in funzione è il quadro di manovra

Ce ne parlano Daniela e Diego Pelazza della PELAZZA PEPPINO srl

Leader nel settore ascensoristico per la fabbricazione di quadri di manovra controllati da logica a microprocessore, la PELAZZA PEPPINO Srl è un’azienda storica, a gestione familiare, che vede la luce nel lontano 1974 quando fu creata dal suo fondatore da cui riprende il nome.

Nello specifico l’azienda si occupa di realizzare i quadri elettrici che servono a far funzionare correttamente ogni tipologia di ascensore.
Oltre ai quadri di manovra, che si possono definire “il cervello dell’ascensore”, la PELAZZA PEPPINO Srl fornisce ai propri clienti le linee elettriche precablate, le pulsantiere, i display, le chiavi elettroniche, insomma tutti gli accessori che compongono la parte elettrica dell’ascensore stesso, nonché ricambi e componentistica in genere.

L’azienda si posiziona tra le tre principali italiane per quanto riguarda la produzione di quadri di manovra per ascensori e fra queste è sicuramente la più longeva con i suoi 46 anni di attività. Vanta una produzione annua di circa 3.000 unità.

La progettazione e la produzione sono completamente svolte internamente: nel ’74 l’azienda è partita producendo i quadri di manovra con tecnologia a relè, poi è passata alla logica dei PLC ed oggi utilizza delle schede a micro-processore molto evolute.

L’Italia è un mercato molto florido: si tratta del secondo Paese al mondo dopo la Cina per quantità di ascensori installati sul territorio (un milione di impianti) e questi fanno al giorno mediamente circa 100 milioni di corse. A conti fatti quindi l’ascensore è il mezzo di trasporto più usato al mondo. Ma non è tutto perché l’Italia in questo settore è leader con un mercato che vale ben 2,4 miliardi di euro con 23 mila addetti dislocati in oltre 1.500 imprese presenti sul territorio.

Il core business della PELAZZA PEPPINO srl è la modernizzazione dell’impianto esistente. Ben il 60% degli ascensori presenti in Italia ha oltre 20 anni di vita e quindi necessita di essere riparato e modernizzato, messo in linea con gli standard di sicurezza attuali, soprattutto per garantire l’incolumità di chi utilizza questo mezzo quotidianamente. Ecco allora che in questi casi la forza dell’azienda è quella di andare a sostituire la parte elettrica senza stravolge l’impianto in essere.

Durante tutti questi anni il mercato a cui la PELAZZA PEPPINO Srl si è rivolta si è notevolmente esteso, prima in Italia, poi in numerosi Paesi europei e, quindi, in tutto il mondo. Attualmente i principali mercati di riferimento sono l’Italia, l’Europa, il Medio Oriente ed il Sud America.
La sede principale si trova in provincia di Milano, a Cernusco sul Naviglio, ma è presente una filiale sia produttiva che commerciale anche a Roma, attiva dal 2016.

L’azienda si contraddistingue, oltre che per la notevole competenza acquisita, anche per la qualità dei prodotti, tecnologicamente evoluti, sempre a norma ed assemblati con materiali di primissimo livello. Il tutto con l’obiettivo primario di rendere sicuro ed efficiente questo importante mezzo di trasporto.

L’azienda è iscritta alle associazioni di categoria e negli ultimi anni lo stesso Diego Pelazza è parte della commissione tecnica ascensori all’interno dell’UNI, l’ente di normazione italiana che, attraverso il CEN in Europa, si occupa di elaborare e distribuire le norme in materia. Questa è sicuramente un’ulteriore garanzia per i clienti che sanno di relazionarsi con una realtà altamente qualificata e sempre al passo con i tempi.

Fiore all’occhiello dell’attività, è il servizio di assistenza tecnica post vendita, sempre efficiente, preciso e puntuale, fornito da tecnici specializzati.

La PELAZZA PEPPINO ama instaurare rapporti diretti e continuativi con tutti i suoi clienti e fornitori ed è molto attiva sul mercato in quanto partecipa alle più importanti fiere di settore sia in Italia che all’estero ed agli eventi organizzati dalle associazioni di categoria.

Nel prossimo futuro proprio l’emergenza del Covid-19 è stata un’occasione per ripensare il funzionamento dell’ascensore: nuovi pulsanti con tecnologie evolute che azionano l’impianto senza la pressione del pulsante stesso ed App da installare comodamente sul cellulare per mettere in moto l’ascensore, evitando così qualsiasi tipo di contatto con il mezzo usato anche da estranei.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: