Gio, 24 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Apple lancia un nuovo processore “fatto in casa” per il Mac e dice addio a Intel

Da MAC OS Big Sur a IOS 14: ecco tutte le novità in cantiere

Apple rompe con Intel, una partnership che durava ben 15 anni. Ebbene sì, con l’annuncio di un processore fatto in casa, chiamato Silicon, l’amministratore delegato Tim Cook ha dato il ben servito all’attuale fornitore, Intel, promettendo che non ci saranno rimpianti perché il processore sarà più potente di quello attuale ma soprattutto consentirà maggiore fluidità tra i dispositivi e i sistemi operativi della Mela, con le stesse app in grado di girare su laptop, pc e iPhone. “E’ un giorno storico per il Mac, lo lanciamo a un nuovo livello – ha affermato Tim Cook nel corso della conferenza degli sviluppatori che quest’anno, a causa del Coronavirus, è stata tutta virtuale. – Quando facciamo grossi cambiamenti lo facciamo per una semplice ma potentissima ragione: perché in questo modo possiamo fare prodotti migliori“.

Il nuovo chip consentirà quindi ad Apple di migliorare la sicurezza e la vita della batteria del Mac, un prodotto che vende circa 20 milioni di unità l’anno, con un fatturato di 25 miliardi di dollari. 

Ma il divorzio non avverrà subito: se il primo Mac con Apple Silicon arriverà a fine 2020, per rinnovare l’intera gamma serviranno ancora due anni. Intel ha quindi un po’ di tempo, tanto che l’immediata reazione di borsa non è stata di panico: il titolo si è apprezzato dell’1%, per poi chiudere piatto. Brillanti invece le azioni di Apple che schizzano al 2,5%.

E le novità non finiscono qui. Nel corso della conferenza degli sviluppatori, è stato presentato anche il nuovo sistema operativo MAC OS Big Sur, con il quale il computer somiglierà sempre più a un dispositivo mobile. Annunciato anche IOS 14, l’aggiornamento del sistema operativo dell’iPhone con una Siri migliorata in grado di inviare anche messaggi vocali, e una app per le traduzioni che consente a due persone di avere una conversazione in due diverse lingue. Importanti novità anche per l’Apple Watch, che sarà  in grado di monitorare come ci laviamo le mani, uno dei requisiti principe nella lotta al Coronavirus, e come si dorme. 

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO AGI

Ti potrebbe interessare anche:

Best Workplaces: quali sono le aziende italiane migliori in cui lavorare
Dalla classifica europea vediamo quali sono i posti di lavoro italiani più …
Bollo auto, ecco tutte le novità per il 2020
Modifiche in tema di esenzioni, scadenze e modalità di pagamento Il 2020 …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: