Mar, 29 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

La Bce conferma il piano PEPP per affrontare la crisi

E lancia Eurep per dare liquidità in euro alle altre banche centrali

Dai tassi di interesse alle misure QE senza tralasciare la forward guidance. La Bce si dice ancora una volta pronta a “fare tutto il necessario” per raggiungere il suo obiettivo di stabilizzare i prezzi e conferma che userà tutti gli strumenti a sua disposizione per raggiungere questo obiettivo e sostenere l’economia. E’ quanto emerge dai verbali della riunione di politica monetaria del 3-4 giugno scorso quando il Consiglio direttivo aveva deciso di rafforzare ulteriormente il piano anti pandemico, il cosiddetto PEPP (leggi qui). “Quest’ultimo – emerge dai verbali – ha dimostrato di funzionare a dovere ed ha raggiunto l’obiettivo che si era proposto, ovvero stabilizzare i mercati finanziari colpiti da uno choc senza precedenti. Rappresenta dunque lo strumento principe approntato dalla banca centrale per affrontare questa crisi senza precedenti, preferito anche alla leva dei tassi d’interesse“.

La Bce ha sottolineato che però la crisi non è stata ancora superata. Proprio ieri il capo economista della BCE Lane aveva anticipato una view prudente, mettendo in guardia dai facili ottimismi generati dai recenti dati macroeconomici e confermando la validità del PEPP come strumento principale per affrontare il momento.

Ma non è tutto perché l’istituto si è spinto oltre ed ha lanciato Eurep, un nuovo strumento di backstop, le aste di rifinanziamento dell’eurosistema per banche centrali fuori dall’Eurozona. L’obiettivo è garantire loro linee di rifinanziamento precauzionali in euro. “L’Eurep – spiega una nota – mira a soddisfare eventuali necessità di liquidità in euro in caso di malfunzionamenti del mercato, causati dello shock Covid, che potrebbero colpire negativamente la trasmissione senza intoppi della politica monetaria Bce“. Verranno forniti soldi a fronte di collaterali adeguati, vale a dire titoli di debito denominati in euro emessi da Governi dell’eurozona o istituzioni sovranazionali. Lo strumenti sara’ disponibile fino a giugno 2021.

di: Maria Lucia PANUCCI

Ti potrebbe interessare anche:

Instagram: ecco come il Covid “influenza” gli influencer
In crescita il food e in calo i viaggi: i blogger subiscono …
Cybercrime: la sanità è il settore più esposto
Secondo il Ponemon Institute le violazioni dei dati in ambito sanitario sono …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: