Ven, 30 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Le Regioni si scagliano contro il Governo. Bonaccini avverte: “Altri due miliardi o stop alle relazioni”

Sulla scuola le Regioni pretendono di trovare un accordo insieme ai Comuni e alle Province

Regioni contro Stato. Gli enti locali chiedono più soldi, altrimenti verrà meno qualsiasi dialogo. “Col Governo bisogna che arriviamo un accordo: o stanzia altri due miliardi di euro per le Regioni a statuto ordinario o interrompiamo le relazioni istituzionali“. A lanciare l’ultimatum è stato Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni, in una videoconferenza sull’assestamento al bilancio 2020 della Giunta emiliana.

Sulle linee guida della scuola, che tanto fanno discutere e che oggi hanno portato in piazza presidi, studenti, genitori ed insegnanti che lamentano misure poco chiare ed in particolare si scagliano contro la previsione di lezioni da 40 minuti e doppi turni per i professori, Bonaccini ha fatto sapere che le Regioni stanno cercando di trovare un accordo insieme ai Comuni e alle Province. “Stiamo lavorando per questo – ha spiegato. – Mi auguro si possa trovare un accordo, altrimenti noi non potremmo dare l’intesa, ovviamente“. Ed ha aggiunto: “Quelle linee guida che erano state presentate” sulla scuola per noi non erano ricevibili. Abbiamo fatto delle controproposte che mi auguro il Ministero possa recepire e ho trovato grande disponibilità del ministro Azzolina“.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

LEGGI ANCHE: Scuola, al via (forse) il 14 settembre

Ti potrebbe interessare anche:

Legge di bilancio, Gualtieri: “andiamo verso la proroga della moratoria e delle garanzie pubbliche sui finanziamenti”
"In caso di un nuovo lockdown l'Italia è più solida" «Grazie alla …
Istat, l’inflazione conferma una crescita modesta
Su il carrello della spesa L'inflazione si conferma modesta in Italia ad …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: