Mar, 20 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Caritas, 450 mila richieste in tre mesi

Il 34% è rappresentato dai nuovi poveri. Tra marzo e maggio il 61,6% delle persone assistite erano italiane

La Caritas ha assistito nei mesi più difficili della pandemia, da marzo a maggio, quasi 450.000 persone, di cui il 61,6% italiane. Di queste il 34% sono “nuovi poveri”, cioè persone che per la prima volta si sono rivolte all’istituto.

Ben 92 mila famiglie in difficoltà hanno avuto accesso a fondi diocesani, oltre tre mila hanno usufruito di attività di supporto per la didattica a distanza e lo smart working, 537 piccole imprese hanno ricevuto un sostegno. 

Rispetto alla situazione ordinaria nell’attuale fase il 95,9% delle Caritas partecipanti al monitoraggio segnala un aumento dei problemi legati alla perdita del lavoro e delle fonti di reddito, mentre difficoltà nel pagamento di affitto o mutuo, disagio psicologico-relazionale, difficoltà scolastiche, solitudine, depressione, rinuncia/rinvio di cure e assistenza sanitaria sono problemi evidenziati da oltre la metà delle Caritas.

Piccoli segnali positivi arrivano dal 28,4% degli istituti che, dopo il forte incremento dello scorso monitoraggio, con la fine del lockdown hanno registrato un calo delle domande di aiuto.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Airbnb, il 66% degli italiani preferisce lo smart working lontano da casa
Il trend iniziato in estate decolla in autunno Smart working è una …
Programma Artemis, Nokia è il nuovo partner
Il colosso finlandese costruirà reti mobili sulla Luna Missione: verso l’infinito e …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: