Sab, 26 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Piazza Affari e le Borse europee aprono in rialzo

Gli investitori guardano con fiducia alla possibilità di un nuovo vaccino contro il Covid-19

Piazza Affari e le Borse europee giocano a rialzo questa mattina. Nei primi minuti di contrattazioni prevalgono i segnali positivi, con l’indice Ftse 100 che sale dello 0,59%, mentre il Dax e il Cac40 mostrano un guadagno rispettivamente dell’1,08% e dello 0,77%. 

A Piazza Affari da tenere d’occhio ancora una volta i titoli bancari. La privatizzazione di Monte dei Paschi di Siena si sta mettendo in moto ma può essere rallentato da un rischio contenzioso dal valore di 4,8 miliardi di euro. Fari puntati anche su Eni dove in seguito al riassetto societario Francesco Gattei è stato nominato nuovo Chief financial officer (Cfo) della società.

I mercati guardano con fiducia a un possibile vaccino contro il Covid-19. La notizia arriva dall’azienda tedesca BioNTech e dal colosso farmaceutico americano Pfizer, che hanno reso noto che una delle 17 cure attualmente in fase di sperimentazione umana ha mostrato risultati promettenti e sembrerebbe ben tollerata dall’organismo. Si tratta del quarto ipotetico vaccino che si candida a contrastare la malattia.

Il sentiment degli investitori continua comunque a essere dominato dalla situazione pandemica globale. Uno dei vertici dell’Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che in alcuni Paesi potrebbe essere necessario reintrodurre le misure di lockdown. Nelle ultime 24 ore negli Usa ci sono stati più di 50 mila nuovi casi, e 12 Stati hanno posticipato o annullato le riaperture. A livello mondiale i casi sono più di 10 milioni e le morti hanno ormai superato le 511 mila.

In questo contesto l’azionario asiatico chiude positivo. L’indice Nikkei 225 della borsa di Tokyo ha chiuso la sessione debole, in rialzo di appena +0,11% a 22.145.96; meglio la borsa di Shanghai +1,50%; di Hong Kong +1,54%; di Sidney +1,48%, e Seoul +1%.

Le valute sono abbastanza stabili con l’euro e la sterlina che guadagnano sul dollaro rispettivamente un +0,11% (1,126) e un +0,13% (1,247). La divisa statunitense resta quasi stabile invece rispetto allo yen giapponese, registrando un -0,01% a 107,44.

Sul fronte delle commodities il petrolio rimane abbastanza piatto, col Wti in moderato calo del -0,03% a 39,81 dollari al barile (resta ancora sotto i 40) e il Brent in leggera crescita del +0,07% a 42,06 dollari. Si ferma invece la crescita dell’oro, che registra un -0,29% a 1.774 dollari l’oncia. 

A livello di dati macro è atteso l’annuncio del tasso di disoccupazione italiano per il mese di maggio 2020. Ad aprile il valore era stato del 6,3%, il più basso dal 2007, ma viziato dal crescente numero di inattivi. In agenda anche il tasso di disoccupazione europeo e l’indice dei prezzi alla produzione dell’Eurozona di maggio. Dati importanti sono in programma anche da Washington, che comunicherà, tra gli altri, il tasso di disoccupazione e la richiesta di sussidi relativi al mese di giugno. 

di: Maria Lucia PANUCCI

Ti potrebbe interessare anche:

G7, Gualtieri si mostra ottimista: “I dati sanitari ed economici italiani sono incoraggianti”
“Diamo supporto ai Paesi più poveri per proseguire il sostegno all’economia” «Al G7 i …
Prometeia, il Pil tornerà ai livelli pre-Covid solo nel 2023
Il 2020 si chiuderà con un -9,6%, l’anno prossimo la ripresa segnerà +6,2% e …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: