Mar, 11 Agosto
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Patto di Stabilità, Centeno: “No ad un ritorno alla cieca”

“Bisogna ripensare le regole, a partire dal limite del 60% debito/Pil”

Mario Centeno dice no ad un ritorno “alla cieca” all’applicazione delle regole del patto di Stabilità e di crescita, attualmente sospese viste le ripercussioni e le necessità supplementari di spesa dovute alla pandemia di Coronavirus. “Nelle circostanze attuali sarebbe irrealistico e danneggerebbe la credibilità dell’architettura stessa delle regole Ue e rischierebbe di far ricadere l’eurozona nella recessione economica“, ha detto.

Secondo il presidente uscente dell’Eurogruppo, bisogna ripensare le regole, a partire dal limite del 60% del rapporto tra debito pubblico e Pil che, a seguito della pandemia, risulterà ancora più lontana nella maggior parte dei Paesi. “Quello che è importante, nei mesi e anni a venire sul fronte dei conti pubblici in Europa, è come organizziamo il processo di ritorno all’applicazione delle regole in un modo che si eviti la recessione. Questo riguarda tutti i Paesi“, ha affermato smentendo così alcune ricostruzioni dei giorni scorsi che lo davano schierato tra i falchi dopo aver avuto quasi sempre posizioni moderate su questo aspetto.

Secondo Centeno prima dobbiamo uscire dalla palude. “Non ha senso – ha concluso– cercare di stabilire traiettorie irrealistiche data l’elevata incertezza riguardo l’evoluzione del virus”.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ASKANEWS

LEGGI ANCHE: Ue, Dombrovskis avverte: “In autunno valuteremo di nuovo il Patto di stabilità”

Ti potrebbe interessare anche:

Decreto Agosto, arriva il via libera dal Cdm salvo intese tecniche
Misure per 25 miliardi per far fronte alla crisi da Coronavirus. Sfuma …
Coronavirus, l’emergenza non è finita ma le imprese italiane sono ottimiste sul futuro
La fotografia di Unioncamere: Due su cinque contano di recuperare entro l'anno …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: