Dom, 27 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Federalberghi lancia l’allarme: “A giugno presenze in calo dell’80%”

Persi 110 mila posti stagionali

Al momento la stagione turistica appena iniziata si conferma alquanto nera. La fotografia scattata da Federalberghi è piuttosto preoccupante e non lascia ben sperare: a giugno nel mercato alberghiero si è registrato un calo delle presenze dell’80,6% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Ovviamente i motivi sono tutti riconducibili alla pandemia: la paura di contrarre il virus ed anche le misure di sicurezza anti-Covid adottate dalle strutture ricettive.

 I flussi dall’estero sono ancora paralizzati (-93,2%) e anche il mercato domestico è ben oltre la soglia di allarme (-67,2%).

Ovviamente tutto questo si ripercuote anche sul mercato del lavoro legato al settore turistico-alberghiero. A giugno sono andati persi 110 mila posti di lavoro stagionali e temporanei di varia natura, segnando un crollo del 58,4%. Secondo le stime di Federalberghi per tutti i mesi estivi sono a rischio 140 mila posti di lavoro temporanei.

Per luglio le previsioni non sono tranquillizzanti: l’83,4% delle strutture intervistate prevede che il fatturato sarà più che dimezzato rispetto al 2019. Nel 62,7% dei casi, il crollo sarà devastante, superiore al 70%.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

LEGGI ANCHE: Turismo, senza gli americani perdiamo una fetta di mercato da cinque miliardi

LEGGI ANCHE: Federturismo lancia l’allarme: “Un’azienda su 4 rischia la chiusura entro l’anno”

Ti potrebbe interessare anche:

Rivoluzione digitale: l’acquisto in negozio inizia online
I consumatori prediligono le realtà che hanno una presenza massiccia in rete …
Lavoro, 7 aziende su 10 confermano lo smart working
La flessibilità testata durante il lockdown regge: il 68% dei direttori del …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: