Ven, 25 Giugno
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Stati Uniti, il Pil crolla del 32,9%

Si tratta del tonfo peggiore di sempre

Notizie sconfortanti arrivano dagli Stati Uniti. Nel secondo trimestre del 2020 il prodotto interno lordo Usa è crollato del 32,9% su base annualizzata, lievemente meglio del -34,5% atteso dagli analisti ma al ritmo più forte di sempre, dal 1947.

Un dato che sconta la fase più acuta della crisi sanitaria, avuta fra aprile e maggio, dopo un solo -5% registrato nei primi tre mesi.

Il peggioramento è stato determinato dalla brusca frenata dei consumi, ma anche dall’export, dagli investimenti e della spesa pubblica locale, solo parzialmente compensata dall’aumento della spesa federale.

Il PCE price index, una misura dell’inflazione, è visto in pesante rallentamento a -2,1% dal +1,7% precedente, mentre l’indice PCE core registra un -1,1% rispetto al +1,6% precedente.

di: Maria Lucia PANUCCI

Ti potrebbe interessare anche:

Poste Italiane, siglato il rinnovo del CCL per il personale non dirigente fino al 2023
Inaugurato il maxi hub da 300 mila pacchi al giorno a Landriano …
Fintech, Visa compra la piattaforma di open banking Tink per 1,8 mld
Visa è stata costretta a fare marcia indietro dall'accordo da 5,3 miliardi …

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: