Mar, 28 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Scuola, è allarme carenza insegnanti: molti chiedono l’esonero per “fragilità”

E’ già allarme in Veneto, Liguria e Campania

Mancano poco più di due settimane al rientro a scuola di milioni di studenti, previsto per il prossimo 14 settembre, e già cominciano ad arrivare ai presidi le lettere di docenti in condizioni di salute “fragili” che chiedono di essere esonerati. Rientrano in questa definizione, per legge, chi è affetto da più patologie contemporaneamente, gli immunodepressi, i pazienti oncologici, ma anche chi ha più di 55 anni, non tutti ovviamente, ma solo coloro per i quali il medico Inail deciderà che è necessaria “la sorveglianza sanitaria eccezionale” prevista dalle regole generali di tutela dei lavoratori e da quelle emanate nei mesi scorsi per tutti coloro per i quali il contagio da Covid potrebbe avere conseguenze anche molto gravi, se non fatali.

Ecco allora che la paura di essere contagiati e una situazione che si prospetta non proprio ottimale sta mettendo paura ai docenti che preferiscono quindi non rientrare a lavoro, almeno per il momento. E non si tratta di casi isolati, bensì di un “fenomeno” di massa che già sta creando non poche preoccupazioni, dato che si parla di un vero e proprio allarme in alcune Regioni, come Veneto, Liguria e Campania. La direttrice dell’Ufficio scolastico del Veneto Carmela Palumbo ha denunciato centinaia di lettere ai presidi da parte di docenti che chiedono di poter essere esonerati dal servizio. A Salerno le richieste sono già una trentina. 

I presidi potrebbero quindi trovarsi senza collaboratori scolastici e gli alunni senza prof. Il problema è che per ora i dirigenti hanno le mani legate perché mancano delle linee guida su cosa fare quando il medico certifica la loro “fragilità”. Vanno messi in malattia e lasciati a casa? Vanno spostati ad un altro servizio magari più sicuro? Oppure può bastare l’adozione di maggiori precauzioni come per esempio l’uso di mascherine FFP2 con eventuale visiera al posto di quella chirurgica? Non si sa, rimane l’incognita ed intanto le aule si prospettano carenti di insegnanti…

di: Maria Lucia PANUCCI

Ti potrebbe interessare anche:

Covid, al via la terza dose ai più fragili: ottantenni, ospiti delle Rsa e personale sanitario
Per la popolazione generale la terza dose verrà data in base all'andamento …
Unicredit, sempre più vicino l’accordo con Mps
Il titolo vola in Borsa e segna ieri oltre +5% a Piazza …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: