Sab, 26 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Confcommercio, Il Pil rimbalza nel terzo trimestre ma la crescita non basta

Nel 2020 si prevede una caduta del Pil di oltre 9 punti percentuali e molte imprese, soprattutto legate al terziario, dovranno chiudere

Dopo una riduzione del Pil nel secondo trimestre del 12,8%, nel terzo trimestre si attende un rimbalzo del 10% rispetto all’ultimo quarto, con una riduzione del 9,5% nel confronto annuo. A fare queste previsioni è Confcommercio che solo per il mese di settembre prevede una crescita congiunturale del Pil, al netto dei fattori stagionali, del 2,6%.

Questo rimbalzo, secondo l’associazione, non è ancora sufficiente per recuperare le perdite provocate dalla crisi Covid. Nel 2020, infatti, si prevede una caduta del Pil di oltre 9 punti percentuali e molte imprese, soprattutto legate al terziario, dovranno chiudere.

Ad agosto l’indicatore dei consumi ha registrato, nel confronto annuo, un calo dell’8,7% con una situazione drammatica per i servizi ricreativi (-61,6%), gli alberghi (-35%) e i pubblici esercizi (-26%).

«Il terzo trimestre, caratterizzato da un progressivo, seppure complesso, ritorno alla normalità, si chiude con molte incognite. I miglioramenti produttivi ed i tentativi di recupero continuano ad essere disomogenei sia a livello settoriale, sia territoriale. Le famiglie continuano a mantenere atteggiamenti ambivalenti nei confronti del consumo, tra voglia di ritorno alla vita pre-pandemia e paura per il futuro», si legge in una nota dell’associazione.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

G7, Gualtieri si mostra ottimista: “I dati sanitari ed economici italiani sono incoraggianti”
“Diamo supporto ai Paesi più poveri per proseguire il sostegno all’economia” «Al G7 i …
Prometeia, il Pil tornerà ai livelli pre-Covid solo nel 2023
Il 2020 si chiuderà con un -9,6%, l’anno prossimo la ripresa segnerà +6,2% e …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: