Ven, 30 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Cybercrime: la sanità è il settore più esposto

Secondo il Ponemon Institute le violazioni dei dati in ambito sanitario sono le più diffuse e le più care

Il Cost of a Data Breach Report 2020 del Ponemon Institute ha messo in luce alcuni aspetti interessanti relativi al cybercrime nei vari settori economici mondiali.

È emerso che il costo medio di un data breach nel settore Healthcare costa circa 7,13 milioni di dollari all’azienda violata: l’84% in più rispetto alla media mondiale per questo tipo di violazioni, pari a 3,86 milioni di dollari. Inoltre è molto più lungo il periodo di tempo medio che serve per scoprire che il server è stato hackerato: nel settore sanitario occorrono 329 giorni a fronte dei 254 che servono in media in tutti gli altri.

Interessanti le cause che portano a una violazione dei sistemi: sempre secondo il report del Ponemon Institute il 52% dei data breach è causato da attacchi volontari di hacker malintenzionati, il 23% da errori umani e il restante 25% da entrambe le cose spesso coordinate.

Il fenomeno è in crescita e aumenta esponenzialmente ogni anno. Nel 2020 si è raggiunta una nuova soglia dovuta al fatto che milioni di persone, lavorando da remoto, utilizzano sistemi di videoconferenza e applicazioni cloud che innalzano il rischio di subire degli attacchi informatici e anche che gli stessi vadano a buon fine.

In Europa, il Paese che raggiunge la cifra maggiore per i data breach aziendali è la Germania. A livello globale invece sono gli Stati Uniti con un costo di circa 8,64 milioni di dollari.

di: Micaela FERRARO

FOTO: EPA/ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

ECommerce, arriva l’accordo tra Shopify e TikTok
L'obiettivo è aumentare la base clienti e vendere i prodotti tramite video …
Cinema, ecco quanto costano le chiusure
Il settore era già in difficoltà, si prevede un calo di 64 …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: