Mer, 21 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Precision Testing Srl, la variabilità come plus della sperimentazione agricola

In studio Gianfranco Ferro, socio fondatore e presidente di Precision Testing

Precision Testing è una startup innovativa che si occupa di sperimentazione di precisione in agricoltura. Il lavoro dell’azienda consiste nel fare test di campo in modo innovativo, utilizzando tecnologie appartenenti all’agricoltura 4.0 e logiche di agricoltura di precisione.

Quando si parla di precision farming si fa riferimento al metodo di fare agricoltura modulando e variando alcuni fattori produttivi in funzione alle reali necessità delle colture o alle potenzialità produttive delle stesse, in uno specifico agro-ambiente o zona.

Nata dalla passione e dall’esperienza di Gianfranco Ferro e Simone Bellinazzo, Precision Testing è composta da un team di agronomi con un bagaglio culturale mirato e vuole fornire al mercato risposte specifiche per un utilizzo di precisione di prodotti quali agrofarmaci, fertilizzanti e sementi. Monitoraggio e precisione sono le linee guida della startup, perché testare e in seguito modulare l’uso dei fattori produttivi significa valutare la potenzialità di ogni coltura in ogni diversa situazione senza prescindere dall’agroambiente.

Il core business di Precision Testing è individuare approcci e metodi nuovi per fare agricoltura 4.0 a vantaggio delle aziende agricole e dell’ambiente: sono richieste da più parti tecniche di coltivazione sostenibili e a basso impatto ambientale, capaci di ridurre l’impiego degli agrofarmaci, che limitino sia le emissioni di CO2 e di altri gas ad effetto serra che il rilascio degli agenti inquinanti.

Precision Testing mette in campo nuovi approcci di sperimentazione, capaci di tarare i prodotti per specifici agro-ambienti, e lo fa studiando la variabilità dello stesso. Attraverso monitoraggi preliminari o contemporanei alla sperimentazione il team della startup imposta le prove di campo su superfici molto grandi per avere studi più completi dai quali ottenere dati e correlazioni che permettono di definire le risposte dei prodotti al variare delle condizioni.

Per garantire la qualità del proprio lavoro Precision Testing utilizza strumenti e sensori per il monitoraggio quali la mappatura della variabilità del terreno, il telerilevamento, il monitoraggio delle produzioni e quello da remoto sulla crescita della coltura e l’umidità del terreno. Inoltre attraverso macchinari intelligenti e attrezzi che lavorano su mappe di prescrizione hanno la possibilità di valutare applicazioni variabili di prodotti o sementi, perché il progetto è georeferenziato, e di impostare le sperimentazioni a pieno campo preparando gli schemi sperimentali in ufficio, sulla base dei dati ottenuti dai monitoraggi preliminari o contemporanei.

Precision Testing lavora al fianco delle multinazionali e delle aziende che producono mezzi per l’agricoltura e vogliono testare nuovi prodotti, ma sta allargando il proprio target per includere le aziende e i produttori agricoli vicini alla logica dell’agricoltura 4.0.

La variabilità con Precision Testing non è più un problema da limitare, ma un vero surplus della sperimentazione di cui non si può fare a meno.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: