Ven, 04 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Il Fmi avverte: “Le politiche devono restare favorevoli per sostenere la ripresa in Europa che sarà irregolare e parziale”

Senza gli interventi dei singoli Governi e il sostegno dell’Ue, l’attività economica avrebbe potuto essere inferiore, di altri 3-4 punti percentuali del Pil quest’anno

«L’impatto della pandemia è stato enorme sull’economia dell’Europa e la ripresa da questa crisi sarà irregolare e parziale». Lo ribadisce ancora una volta il Fondo monetario internazionale che prevede per l’Europa un calo del 7% del Pil nel 2020. E anche se nel 2021 il Pil reale rimbalzerà del 4,7%, sarà comunque inferiore del 6,3% rispetto alle proiezioni pre-pandemiche, il che implica una perdita del Pil di quasi tre trilioni di euro. Gran parte di questa perdita non sarà recuperata a medio termine,

Per questo è fondamentale che i leader politici continuino a fare tutto il possibile per contenere la pandemia, non ritirando prematuramente il sostegno economico. Secondo i calcoli del Fmi, senza gli interventi dei singoli Governi e il sostegno dell’Ue, l’attività economica in Europa avrebbe potuto essere inferiore, di altri 3-4 punti percentuali del Pil quest’anno. «Questo è anche il momento di progettare riforme che stimolino la crescita della produttività e politiche che aiutino a trasformare l’economia, per cogliere i benefici della digitalizzazione e mitigare i cambiamenti climatici», prosegue l’Fmi, secondo cui lo strumento the Next Generation EU può svolgere un ruolo importante in questo senso.

di: Maria Lucia PANUCCI

Ti potrebbe interessare anche:

Dpcm Natale in arrivo: ecco cosa si potrà fare a partire da domani
Ecco tutte le misure previste. Conte: "sarà un Natale diverso ma non …
Eredità: storia del francese che ha fatto testamento per i gatti dell’Ermitage
Una somma di denaro che non è stata dichiarata e dovrà essere …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: