Mar, 01 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Best Global Brands: Apple, Amazon e Microsoft sul podio

Lo studio di Interbrand sui migliori marchi del 2020

Interbrand ha misurato il valore delle performance dei 100 migliori marchi internazionali, che hanno totalizzato 2.336,491 miliardi di dollari con un incremento del 9% rispetto al 2019.

Al primo posto nella classifica si trova sempre Apple, con un valore pari a 322,999 miliardi di dollari. Medaglia d’argento per Amazon, 200,667 miliardi di dollari, che cresce del 60% rispetto al 2019 e guadagna anche una posizione. Ultimo sul podio è Microsoft, che con un aumento del valore del brand del 53% arriva a 166,001 miliardi di dollari.

La pandemia da Coronavirus ha influito molto sulla classifica di quest’anno. L’emergenza sanitaria ha accelerato il processo di trasformazione digitale e ha richiesto un maggior impiego della tecnologia cloud e dello streaming, tanto è vero che i marchi legati al Tech sono quelli che hanno aumentato maggiormente il proprio valore. Si tratta di un surplus del 20% in generale per il settore.

Ma anche le chiusure hanno influito sulla lista perché alcuni comparti sono stati più danneggiati di altri: Zara e H&M per esempio sono scese moltissimo a causa della chiusura di molti dei punti vendita in tutto il mondo. E il settore del lusso ha sofferto una decrescita tra l’1% e il 9%, con un declassamento di Cartier, Burberry e Tiffany. Unica eccezione è rappresentata da Hermès, che rimane alla 28esima posizione, la stessa dello scorso anno.

I marchi italiani, Gucci, Prada e Ferrari hanno stretto i denti: Gucci e Prada hanno guadagnato una posizione pur registrando un tasso di crescita negativo, e Ferrari ha perso due posti ma mantenendo un tasso di crescita più stabile. «I brand italiani – ha commentato Lidi Grimaldi, managing director della sede italiana di Interbrandhanno dimostrato come chiarezza di visione, resilienza e capacità di cambiamento siano stati fondamentali per affrontare le conseguenze della pandemia in ambiti premium nei quali operano».

Sotto il podio in Top Ten si trovano Google, Samsung, Coca-Cola, Toyota, Mecedes Benz, McDonald’s e Disney.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Confindustria, a novembre la produzione torna a calare a causa delle misure restrittive anti-Covid
Dopo il recupero rilevato ad ottobre (+1,2%), il dato a novembre torna …
Bce, Schnabel avverte: “la crisi economica durerà più di quella sanitaria”
Sui nuovi stimoli da mettere in atto a dicembre l'aspetto chiave sarà …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: