Sab, 05 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Quei manoscritti di Hitler venduti all’asta per 40 mila dollari

La casa d’aste tedesca Hermann Historica nell’occhio del ciclone

Ha fatto molto discutere in questi giorni la decisione di una casa d’aste tedesca che ha messo in vendita alcuni manoscritti e appunti scritti a mano di Adolf Hilter, il dittatore nazista responsabile dello sterminio di milioni di persone nei campi di concentramento durante la seconda guerra mondiale.

In particolare, si tratta di carte e note relative ai discorsi che il Fuhrer tenne ai nuovi ufficiali militari a Berlino nel 1939, circa 8 mesi prima dell’inizio della guerra. La vendita si è conclusa per l’esorbitante cifra di 40 mila dollari, ed è stata accompagnata da una protesta molto sentita.

«Non riesco a capire la pura irresponsabilità e insensibilità, in un clima così febbrile, di vendere oggetti come le divagazioni del più grande assassino di ebrei del mondo al miglior offerente – ha denunciato il capo dell’Associazione ebraica europea con sede a Bruxelles, Menachem Margolin – aste come questa aiutano a legittimare gli entusiasti di Hitler che prosperano con questo genere di cose».

Il timore è che atti come questi possano alimentare il mito della figura di Hitler, già purtroppo molto diffuso, fin quasi a essere divenuto un culto, e che possano quindi sensibilmente aumentare l’antisemitismo, il nazionalismo e gli episodi di violenza.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Emergenza Covid: Friuli, Umbria, Emilia Romagna, Puglia e Marche diventano gialle da domenica
Campania, Valle D'Aosta e Toscana passano ad arancione. Stessa sorte da oggi …
Mascherine, maxi inchiesta a Roma: quattro indagati per traffico di influenze illecite e ricettazione
Nel mirino anche Francesca Immacolata Chaouqui, già coinvolta nella vicenda Vatileaks Traffico di …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: