Sab, 18 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Risparmio: i giovani sono più attenti

I più spendaccioni appartengono alla generazione tra i 40 e i 50 anni

Un’indagine condotta da Kruk, una società europea operante nella gestione del credito, ha messo a confronto le abitudini di risparmio di tre generazioni, partendo dalla X che comprende i nati tra il 1965 e il 1980, passando per i Millennials, nati tra il 1981 e il 1995 e concludendo con la Generazione Z, che comprende i più piccoli, nati tra il 1996 e il 2010.

Dai risultati emerge una tendenza che ultimamente si era già subodorata: gli under 25 sono i più abili a tenere sotto controllo tutte le spese, grazie all’ausilio di file, quaderni o app digitali. Al secondo posto si inseriscono i Millennials, e a sorpresa sono i più grandicelli quelli a dimostrarsi più distratti riguardo alla gestione delle finanze. Degli appartenenti alla generazione X, il 44% si definisce un risparmiatore distratto, il 33% dichiara di non curarsi dell’argomento, e il 25% affida alla banca o al promotore finanziario i propri risparmi.

I motivi per risparmiare, invece, accomunano abbastanza le tre diverse generazioni: al primo posto risulta sempre viaggiare. Al secondo invece, mentre i più giovani inseriscono l’acquisto di accessori e abiti alla moda, i più grandi si preoccupano per il futuro dei figli. Infine, soprattutto tra i Millennial c’è una certa attenzione alla salute: il 32% afferma di voler risparmiare per far fronte ad eventuali spese mediche.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

LEGGI ANCHE: I Millennials, la generazione di risparmiatori smart

Ti potrebbe interessare anche:

Cgia, 176 mila imprese a rischio usura
Una impresa su tre di quelle in sofferenza segnalate come insolventi si …
Cgil, indice di disoccupazione sostanziale al 14,5%
I dati del 2020 si riferiscono a 3,9 milioni di persone L'indice …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: