Lun, 21 Giugno
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Take away, un business in aumento

Secondo i dati della Camera di Commercio di Milano 18,9 milioni di italiani scelgono l’asporto

Il business del cibo d’asporto è in rapido aumento, sia a causa della vita frenetica delle persone sia perché spinto decisamente in avanti dall’emergenza coronavirus e dall’impossibilità di andare a cena fuori.

Secondo i dati della Camera di Commercio di Milano il valore complessivo del take away è di 5,5 miliardi di euro: un trend in crescita, che per il momento coinvolge 18,9 milioni di italiani.

Il primo osservatorio nazionale su questo particolare settore del mercato ha analizzato come, attraverso l’asporto, sia possibile per i ristoratori sviluppare nuove opportunità di business, essenziali in questo momento così difficili per il settore della ristorazione.

Qualche numero: il 51% della popolazione ha ordinato cibo a domicilio negli ultimi 6 mesi, mentre un buon 44% ordina il cibo da asporto recandosi poi sul posto di persona. Gli ordini digitali sono il 2%, ma sono in aumento, perché il 19% degli intervistati ha dichiarato la propria intenzione a usare questo canale per l’acquisto.

Il take away digitale può diventare la pentola d’oro alla fine dell’arcobaleno, perché online si spende di più: 97 euro di media contro i 32/37 euro dell’ordine personale e telefonico. Inoltre cambia la frequenza: quattro o cinque volte al mese via digital, mentre solo una o due volte con l’ordinazione di persona.

Tra gli alimenti prediletti per il take away regna la pizza, tallonata dal menù giapponese. Seguono messicano, pesce e le tipicità regionali.

Il take away è una comodità, viene percepito come un lusso che permette di non cucinare e di avere poco da mettere apposto dopo cena, un premio per quando si è molto stanchi, si desidera qualcosa di buono ma non si ha voglia di uscire, oppure si è impossibilitati a farlo.

La Federazione Italiana Pubblici Esercizi ha promosso l’asporto come una modalità emergente per servire la propria clientela. La sfida per i ristoratori è quella di adattare il proprio menù all’asporto, e di provvedere a un package funzionale, a norma ed ecologico.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Napoli, all’asta la maglia di Insigne
L'annuncio della società La SSC Napoli ha annunciato che con la nona …
Spid, ora puoi aprire anche il conto corrente con l’identità digitale
Banca Widiba è la prima banca in Italia a farlo Hai lo …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: