Ven, 25 Giugno
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Bonus internet, la fase due comprenderà le imprese

Tutte le fasce di prezzo e le agevolazioni del bonus

Lo scorso 9 novembre è iniziato il piano voucher per la banda ultralarga, destinato alle famiglie con Isee fino a 20 mila euro che non dispongono di una connessione e che, tramite questo bonus, possono acquistare un pc o un tablet e collegarlo a una rete a 30 Megabit al secondo. Il fondo stanziato per il bonus appena partito è di 204 milioni di euro e può coprire le esigenze di circa 480 mila famiglie a basso reddito.

Tuttavia sono già pronte stime e dati per la fase due del bonus internet, destinata in questo caso a famiglie con Isee fino a 50 mila euro e alle imprese. Per le famiglie più abbienti i fondi saranno di 321 milioni di euro circa, e quelli per le imprese dovrebbero arrivare a 515 milioni.

Per quanto riguarda le famiglie che Isee alto, potranno attivare una connessione a banda ultralarga ma non è previsto l’acquisto di un pc o un tablet associato. Per le imprese invece, il contributo sarà tra i 300 e i 2.500 euro e verrà riconosciuto gradualmente, a seconda della velocità della rete attivata: 300 euro per le imprese che decideranno di attivare connessioni a velocità comprese tra i 30 e i 300 Mbps, 500 euro per quelle che sceglieranno connessioni dai 300 Mbps fino a un gigabit, e dai duemila ai 2.500 euro per le imprese che prediligeranno le reti con velocità superiore a un gigabit.

La differenziazione fatta tra famiglie e aziende è dovuta al fatto che le offerte business degli operatori sono più costose rispetto a quelle dei privati.

Parentesi scuola: il Governo ha incaricato Infratel di far partire una gara d’appalto per portare in 32 mila scuole italiane una connessione a banda ultralarga di almeno un Gbps.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Poste Italiane, siglato il rinnovo del CCL per il personale non dirigente fino al 2023
Inaugurato il maxi hub da 300 mila pacchi al giorno a Landriano …
Fintech, Visa compra la piattaforma di open banking Tink per 1,8 mld
Visa è stata costretta a fare marcia indietro dall'accordo da 5,3 miliardi …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: