Sab, 25 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Londra, si dimette Domic Cummings, il consigliere di Johnson e fautore del no-deal

Solo ieri era toccato al direttore della comunicazione del governo, Lee Cain per volontà della compagna di Johnson. Ora il premier adotterà una linea più morbida con la Ue?

Dominic Cummings, il consigliere capo del premier Boris Johnson e fautore della Brexit, lascerà l’incarico prima di Natale. La notizia, lanciata dalla Bbc, arriva dopo le dimissioni sopraggiunte ieri del direttore della comunicazione del Governo, Lee Cain.

Una vera e propria messa fuori gioco che a quanto pare è stata architettata dalla fidanzata del premier, Carrie Symonds, preoccupata per l’influenza eccessiva che i due consulenti avevano su Johnson.

Alla base dell’allontanamento del 48enne Cummings sembra ci sia non solo il braccio di ferro con la Symonds, ma anche un mutato atteggiamento del premier. Cummings era stato al centro di uno scandalo durante il lockdown in primavera quando aveva violato il divieto di viaggiare e aveva fatto viaggi di centinaia di chilometri con la famiglia per andare a Durham. Johnson, nonostante le critiche al comportamento del suo consigliere che non rispettava le leggi da lui stesso imposte, si era rifiutato di licenziarlo.

Non solo, proprio per la vicinanza del consigliere, pare che il premier avesse maturato un atteggiamento eccessivamente divisivo. Cummings era rimasto infatti il grande sostenitore di una Brexit dura e pura, deciso a non fare concessioni alla Ue durante i negoziati, preferendo l’opzione di un “no deal” a un compromesso che considerava umiliante per la Gran Bretagna. Con la sua uscita di scena Johnson potrebbe essere più accomodante verso la Ue, rendendo più facili i negoziati in corso tra Londra e Bruxelles. L’elezione a presidente degli Stati Uniti di Joe Biden è un incentivo ulteriore a seguire la strada della moderazione. Biden, che è di origine irlandese, al contrario del suo predecessore è sempre stato fortemente contrario alla Brexit e ha dichiarato che gli Stati Uniti non sigleranno un accordo commerciale con la Gran Bretagna se Johnson non troverà un accordo con la Ue.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Germania, l’economia sotto Angela Merkel
Ecco come si è mossa la Germania nei 16 anni di Governo …
Alitalia, paga solo 50% stipendi
Il resto arriva dopo gara marchio I commissari Gabriele Fava, Giuseppe Leogrande …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: