Sab, 25 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Il Covid affossa anche le birre artigianali: giù il fatturato del 90%

La Cia-Agricoltori: “Il comparto vale il 4% del mercato nazionale e dà lavoro a 7 mila addetti. Servono misure mirate”

Il Covid si è bevuto le birre artigianali. E’ proprio il caso di dirlo dato che a causa della pandemia il fatturato è crollato del 90%. La chiusura di pub, ristoranti e il blocco di fiere, eventi, sagre e di qualsiasi attività legata allo street food si sta trasformando in una vera trappola mortale per il settore. A lanciare l’allarme è la Cia-Agricoltori che lamenta il blocco totale di una filiera che prima della crisi era in forte crescita e che comprende 900 microbirrifici artigianali in tutto il Paese. «Il comparto vale il 4% del mercato nazionale e dà lavoro a settemila addetti», spiega l’associazione che denuncia che al momento non sono previste misure di sostegno per questo settore.

La birra artigianale e agricola è una nicchia del mercato ma è in continua evoluzione e negli ultimi anni ha conquistato il gusto dei giovani: il 60% dei millennial italiani è un conoscitore attento delle varie tipologie di birra, da quelle delle bottiglie da collezione, alle profumate e variopinte. La birra artigianale è anche entrata recentemente nel paniere Istat, a testimonianza del suo successo crescente nelle famiglie italiane.

Ecco allora che diventa importante assicurare a questo comparto un sostegno mirato, perché sostenerlo vuol dire anche supportare il made in Italy, visto che il circuito produttivo è al 100% italiano, dalla produzione alla distribuzione. 

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: AGI

Ti potrebbe interessare anche:

Panasonic, prevista riduzione di oltre mille posti di lavoro
Per fronteggiare la crisi si va verso i pensionamenti anticipati I media …
Auto, al via martedì prenotazioni Ecobonus per acquisto usato
Sbloccati gli incentivi con rottamazione fino a duemila euro. Fondi per 40 …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: