Sab, 04 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Lavoro, in caso di figlio in quarantena il lavoratore può essere messo in smartworking

L’azienda non può obbligare il dipendente a rimanere semplicemente a casa, è necessario farlo lavorare a distanza

Il ministero della Salute ha risposto ad alcuni quesiti circa le casistiche che possono presentarsi nelle zone d’Italia dove le scuole sono aperte, nel caso di studenti trovati positivi e costretti alla quarantena.

Se risulta positivo uno studente, i compagni vengono messi in quarantena preventiva, ma i genitori lavoratori dipendenti non sono costretti in questo caso all’isolamento perché quello con i compagni di classe dei propri figli non sono identificabili come contatti stretti.

Tuttavia, il datore di lavoro può scegliere di far stare a casa ugualmente il dipendente per motivi di sicurezza e di precauzione. La scelta è subordinata però all’avvio di una modalità di lavoro agile a distanza, perché non si può semplicemente intimare al lavoratore di non recarsi in ufficio, bisogna garantire il proseguio dell’attività lavorativa perché il dipendente in questo caso ha la piena capacità di svolgerla.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Smart working: in un anno aumentata la produttività nel 57% delle aziende
Secondo la ricerca il lavoro da casa o ibrido aumenterebbe anche le …
Smart Axistance e-Well: l’app di telemedicina per i dipendenti delle imprese
A lanciare il progetto destinato alle imprese Enel X e il Policlinico …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: