Mer, 08 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Covid, Speranza annuncia: “il 2 dicembre presento il piano vaccini”

“L’acquisto sarà centralizzato”

«Dobbiamo resistere ancora per alcuni mesi ma il Covid verrà sconfitto grazie alla ricerca scientifica. La conclusione della sperimentazione dei vaccini e la loro distribuzione ci consentirà di aprire una fase diversa». Le parole incoraggianti arrivano dal ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenuto all’incontro online La sanità futura tra innovazione e ricerca, organizzato da Rcs Academy.

E proprio in merito ai vaccini ha aggiunto: «Io sarò in Parlamento il 2 dicembre per presentare il piano strategico dei vaccini che stiamo costruendo. L’Italia ha iniziato a lavorare dal mese di maggio per promuovere un’iniziativa europea nel campo dei vaccini».

Per quanto riguarda la distruzione Speranza ha ribadito che il farmaco non arriverà subito per tutti. «Partiremo da categorie più a rischio di prendere virus, come il personale sanitario, gli anziani e chi ha più patologie», ha sottolineato. A differenza degli altri vaccini, il cui acquisto viene fatto a livello regionale, per l’anti-Covid l’acquisto sarà centralizzato e gestito dallo Stato. «Numerosi contratti sono stati sottoscritti e altri saranno firmati a breve. Come Italia avremo il 13,65% dei vaccini già opzionati in sede europea».

Ed in merito ai finanziamenti ha sottolineato: «Abbiamo presentato al Parlamento, sia alla Camera che al Senato, un piano che potrà essere finanziato con tutte le leve di cui disponiamo, con il Bilancio dello Stato, il Recovery fund e il Mes, che per me è uno strumento a cui bisogna guardare con assoluta serenità. Bisogna chiudere con la stagione dei tagli e aprire una nuova grande stagione di investimenti».

Nonostante il vaccino sia ormai in arrivo il ministro invita a non abbassare mai la guardia. «Non possiamo permetterci un’altra ondata all’inizio del 2021, per questo deve rimanere la massima prudenza. La situazione è ancora molto seria con una pressione ancora significativa sul Servizio sanitario nazionale, la circolazione del virus è ancora alta e quindi non possiamo abbassare la guardia».

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Caro-bollette, i big dell’energia al tavolo con i consumatori. E’ la prima volta
Le società leader dell’energia in Italia ed i consumatori si confronteranno il …
Smart working nel privato, accordo raggiunto tra Governo e parti sociali
Ecco il protocollo per il settore privato: dal riposo agli straordinari Arrivano …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: