Sab, 04 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Ericsson: entro il 2020, un miliardo di persone connesse al 5G

I dati raccolti nel mobility report dimostrano che quest’anno lo sviluppo di reti e dispositivi ha subito un’accelerazione

Secondo i dati raccolti da Ericsson nel Mobility Report entro la fine del 2020 sono previsti 220 milioni di abbonamenti al 5G a livello globale: 175 milioni nella sola Cina, che arriverà a coprire l’80% dell’estensione globale della rete. Si tratta di un miliardo di persone che potrebbe aver accesso alla copertura 5G prima della fine dell’anno, grazie alla spinta che lo sviluppo di reti e dispositivi ha subito a causa della pandemia da coronavirus.

«Quest’anno la società ha compiuto un grande balzo verso la digitalizzazione – ha spiegato Fredrik Jejdling, Executive Vice President and Head of Networks di Ericsson la pandemia ha evidenziato l’impatto della connettività sulle nostre vite e ha agito da catalizzatore per un rapido cambiamento, tanto che il 5G sta entrando nella fase successiva, in cui nuovi dispositivi e applicazioni riescono a ottenere i massimi vantaggi».

Secondo gli esperti il 5G sarà fondamentale per la prosperità economica, e si diffonderà sempre più rapidamente: nel 2026 quattro abbonamenti mobili su 10 potrebbero essere in 5G, e prima dell’inizio del 2027 potrebbero arrivare a 3,5 miliardi, oltre il 50% del traffico dati mobile.

Il Paese più avanti di tutti è la Cina, in cui la diffusione ha raggiunto l’11%. Segue il Nord merica che entro la fine dell’anno dovrebbe registrare il 4%, mentre l’Europa rimane indietro con l’1%.

Tra le novità positive introdotte con il 5G ci sarà lo sviluppo di un’ampia gamma di servizi per consumatori, imprese e istituzioni, il cloud gaming, che permetterà ai servizi di gaming in streaming di competere come experience con quelli di pc o console, aprendo la strada a giochi innovativi e immersivi basati sulla mobilità. Ma anche il criticato IoT, per applicazioni di tipo time-critical che richiedono la trasmissione di dati entro un determinato – spesso breve – periodo di tempo. Insomma, il 5G, che piaccia o meno, è il futuro.

di: Micaela FERRARO

FOTO: AGI

Ti potrebbe interessare anche:

Smart working: in un anno aumentata la produttività nel 57% delle aziende
Secondo la ricerca il lavoro da casa o ibrido aumenterebbe anche le …
Smart Axistance e-Well: l’app di telemedicina per i dipendenti delle imprese
A lanciare il progetto destinato alle imprese Enel X e il Policlinico …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: