Ven, 03 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Lavoro, crollano le assunzioni: -34% nei primi 9 mesi del 2020

Il calo ha riguardato tutte le tipologie contrattuali, risultando però più accentuato per le assunzioni con contratti di lavoro a termine

Crollano le assunzioni nel primi 9 mesi del 2020. Quelle attivate dai datori di lavoro privati sono state 3.801.000, -34%, rispetto allo stesso periodo del 2019. Questo è dovuto agli effetti dell’emergenza legata alla pandemia Covid-19 che ha determinato la caduta della produzione e dei consumi. E’ quanto rileva l’Osservatorio sul precariato dell’INPS che sottolinea come tale contrazione, particolarmente negativa nel mese di aprile (-83%), si è progressivamente attenuata, in corrispondenza dell’allentamento delle misure restrittive nei mesi estivi scendendo sotto il 20% sia in luglio che in agosto e riportandosi sopra tale livello nel mese di settembre (-23%).

Il calo ha riguardato tutte le tipologie contrattuali, risultando però più accentuato per le assunzioni con contratti di lavoro a termine.

Le trasformazioni da tempo determinato nel periodo gennaio-settembre 2020 sono risultate 376.000, in flessione rispetto allo stesso periodo del 2019 (-31%), mentre le conferme di rapporti di apprendistato, giunti alla conclusione del periodo formativo, risultano invece per il periodo gennaio-settembre 2020 ancora in crescita, segnando un +10% sul corrispondente periodo del 2019.

Le cessazioni nel complesso sono state 4.058.000, in forte diminuzione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-21%). 

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Lavoro Usa, +210.000 nuovi posti a novembre, molto meno delle attese
Il tasso di disoccupazione Usa è sceso a novembre dal 4,6% al …
Infanzia, Draghi: “in arrivo il 70% di posti nido in più con il Pnrr”
Verranno ristrutturati almeno mille edifici per ampliare l'offerta del tempo pieno con …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: