Sab, 23 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Effetto covid sul turismo: crollano le presenze anche per i viaggi di lavoro

I dati Istat sul movimento turistico in Italia

L’Istat ha rilasciato i dati sul turismo in Italia e sui movimenti nei trimestri principali per il settore, dando un’immagine piuttosto chiara di quello che è stato l’andamento di tutto l’anno nelle principali città d’arte e anche nelle mete classiche dei viaggi di lavoro.

A causa della pandemia le notti passate nelle strutture ricettive dell’Unione Europea sono state 1,1 miliardi a quanto determinato dall’Eurostat, con un calo che supera il 50% rispetto al 2019. In Italia, le presenze dei primi 9 mesi del 2020 sono il 46% di quelle del 2019 e nel settore extra alberghiero il 54,4%. I turisti stranieri sono calati del 68,6% rispetto ai 190 milioni del 2019. Le mete più danneggiate risultano essere le città d’arte, come già evidenziato in passato (approfondisci qui).

Sono diminuiti anche i viaggi per motivi di lavoro, che hanno segnato un ribasso del 59%.

Questo nonostante le misure predisposte dal ministero dei Beni Culturali e del Turismo per contrastare gli effetti della pandemia (ne abbiamo parlato qui). Misure che secondo il ministro del Turismo Franceschini sono state di 11 miliardi. «Un impegno che ha interessato tutti i settore di competenza partendo dalle categorie più colpite – ha dichiarato Franceschini – per non lasciare fuori nessuno». Dal ministero è arrivato un documento che testimonia gli oltre 60 provvedimenti che si sommano alle misure generali come la cassa integrazione e i fondi integrativi, i contributi a fondo perduto e i tax credit speciali, fino alle misure del decreto Liquidità.

Le iniziative per attirare turisti sono varie in tutta Italia. A Roma, il presidente di AssoHotel Francesco Gatti ha dichiarato che è fondamentale riaprire alcune attività sospese, come Spa e convegni e che per farlo si potrebbe garantirli almeno a chi si è vaccinato. «Oltre ad essere una precauzione per i clienti, per noi sarebbe utilissimo – ha detto Gatti – perché questo serve a tenere occupata in albergo qualche camera in più. Il tutto a condizione che chi si presenta abbia fatto il vaccino».

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Riunioni di condominio: con le tele-assemblee cambiano le regole
Adesso basta il consenso della maggioranza La legge è intervenuta diverse volte …
Covid, Rt sotto l’1: Lombardia e Sardegna tornano arancioni
Le peggiori questa settimana sono Molise e Sicilia L'Istituto superiore della sanità …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: