Gio, 28 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Bce, la Lagarde assicura: “se necessario siamo pronti a ricalibrare il Pepp”

“Ok a Brexit ed elezioni Usa. Ora cruciali vaccini e piani Recovery”

«Al momento qualunque tipo di inasprimento sarebbe ampiamente ingiustificato dal punto di vista della politica monetaria». Lo ha affermato la presidente della BCE Christine Lagarde, intervistata durante il convegno Reuters Next. Guardando, in generale, alle politiche economiche ha aggiunto che in questa fase uno degli errori da evitare è quello di rimuovere troppo presto gli aiuti all’economia. «Se servirà un impegno finanziario maggiore attraverso gli acquisti per l’emergenza pandemica (PEPP), la BCE è pronta a ricalibrare il programma, ma se non ci sarà bisogno di spendere l’intero ammontare programmato finora, pari a 1.850 miliardi, questo non sarà speso. La questione chiave – ha aggiunto – è continuare a garantire condizioni finanziarie favorevoli».

Oggi alcune delle incertezze che c’erano all’orizzonte secondo Lagarde si sono schiarite come Brexit, elezioni Usa e approvazione dei vaccini anti Covid. «Iniziamo il 2021 su una base più positiva – ha proseguito. – Certamente l’incertezza non è interamente rimossa: dobbiamo gestire un diversi tipi di questioni che spaziano da come attuiamo i programmi di ripresa, come faremo i vaccini, quanto saranno efficaci, quanto saranno convinti alcuni Paesi nel procedere alle vaccinazioni». Per le prospettive di ripresa economica nell’area euro sarebbe preoccupante se dopo marzo servissero altri lockdown e se le vaccinazioni procedessero a rilento.

Molta attenzione bisogna poi prestare al Bitcoin che è, secondo la Presidente, “un asset altamente speculativo“. «Ha creato alcuni business divertenti ed è stato chiaramente oggetto di utilizzo per attività di riciclaggio», ha concluso.

di: Maria Lucia PANUCCI

Ti potrebbe interessare anche:

Polizza, Poste Vita lancia Poste Domani Per Te
Si tratta di una nuova soluzione per permettere ai clienti di gestire …
Crisi di Governo, seconda giornata di consultazioni. Il clou arriva nel pomeriggio con Italia Viva e Pd da Mattarella
Il senatore di Forza Italia Luigi Vitali ci ripensa: non si unirà …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: