Sab, 23 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Consumi giù anche nel 2021: Confesercenti: “con il prolungamento delle restrizioni a rischio 15 mld di consumi in tre mesi”

A pagare lo scotto maggiore sono le imprese del commercio, del turismo e della ristorazione con una contrazione media del 16,2%

Il 2021 non inizia bene per i consumi. Anzi il prolungamento delle restrizioni porterà a registrare nel primo trimestre di quest’anno una spesa inferiore di 15 miliardi di euro rispetto allo stesso periodo del 2020. A lanciare il nuovo allarme è Confesercenti secondo cui già nell’anno appena concluso la pandemia ha cancellato 105 miliardi di euro di consumi, una cifra che, da sola, ha comportato una riduzione del Pil del 6,1%.

A pagarne lo scotto maggiore sono le imprese del commercio, del turismo e della ristorazione che sono state le più colpite dalla recessione pandemica con una diminuzione media del valore aggiunto del 16,2%, a fronte del -9,6% registrato dalle altre imprese.

Un problema per la crescita, visto che si riduce fortemente la quota di Pil generata da questi comparti: si passa dal 6,2 al 4,4% per Alberghi e pubblici esercizi; dal 4,2 al 3,3% per la Ricreazione e cultura; dal 3,7 al 3% per l’abbigliamento. «Queste dinamiche evidenziano l’attuale impossibilità dei consumi interni di spingere la crescita dell’economia italiana, come hanno sempre fatto, visto che valgono il 60% del nostro Pil – spiega Confesercenti. – Senza una loro decisa ripresa, quindi, l’economia del Paese entrerà in una spirale discendente da cui sarà difficile uscire».

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA/ANDREA CANALI

Ti potrebbe interessare anche:

Riunioni di condominio: con le tele-assemblee cambiano le regole
Adesso basta il consenso della maggioranza La legge è intervenuta diverse volte …
Covid, Rt sotto l’1: Lombardia e Sardegna tornano arancioni
Le peggiori questa settimana sono Molise e Sicilia L'Istituto superiore della sanità …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: