Ven, 22 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Germania, il Pil è crollato del 5% nel 2020 a causa del Covid

Il dato è meno grave della contrazione record del 5,7% subita nel 2009 durante la crisi finanziaria globale e meglio delle stime del Governo

Nel 2020 il Pil in Germania è calato del 5% a causa della pandemia da Covid-19. E’ quanto emerge dai dati preliminari dell’ufficio federale di statistica che sono sostanzialmente in linea con l’atteso -5,1%. Anche se si tratta di una contrazione importante è comunque meno grave di quella record del 5,7% subita nel 2009 durante la crisi finanziaria globale. «L’economia tedesca è entrata in una profonda recessione dopo un decennio di crescita – ha commentato l’istituto di statistica Destatis. – Tuttavia, l’indicatore sta andando meglio delle previsioni del Governo che aveva previsto un calo del 5,5%».

A contenere il crollo del Pil ha sicuramente contribuito l’azione della cancelliera Angela Merkel che dallo scorso marzo ha lanciato una serie di misure di salvataggio e di stimolo senza precedenti per aiutare le aziende e i consumatori a superare la pandemia.

Dai dati di Destatis emerge che nel 2020 i consumi privati sono crollati del 6%, così come gli investimenti. Ma è stato l’export a registrare la contrazione peggiore: il dato è sceso di quasi il 10%, mentre l’import è diminuito dell’8,6%.

Gli unici dati positivi emersi oggi sono stati quelli della spesa pubblica, che hanno spinto al rialzo i consumi statali del 3,4%, e quelli dell’edilizia, con gli investimenti in costruzioni che sono aumentati dell’1,5%.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: AGI

Ti potrebbe interessare anche:

Irlanda, l’isola di Great Blasket assume una coppia di gestori per cottage
L'annuncio è stato condiviso su Twitter, l'idea è di assumere due custodi …
Pensioni 2021, le novità con la legge di bilancio
Pensionamento anticipato con l'Ape sociale, l'opzione donna e le misure che seguiranno …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: