Gio, 25 Febbraio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Unimpresa: in Italia il costo del lavoro è superiore del 15,6% rispetto alla media dell’Eurozona

Nel nostro Paese per ogni 100 euro netti di retribuzione se ne pagano 32 di tasse e 75 di contributi previdenziali, dei quali 61 a carico del datore di lavoro e 14 a carico del lavoratore, per un totale di 207 euro

In Italia il costo del lavoro resta superiore del 15,6% rispetto alla media dell’Eurozona. Nel nostro Paese infatti, rispetto a una retribuzione netta di 100 euro, sulle aziende pesano complessivamente 207 euro, cifra più alta di 38 euro rispetto alla media dell’Eurozona che si ferma a 179 euro. Lo si apprende da un’analisi del Centro studi di Unimpresa, illustrata oggi dal vicepresidente, Giuseppe Spadafora, nel corso dell’incontro col Governo sul Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Nello specifico in Italia per ogni 100 euro netti di retribuzione se ne pagano 32 di tasse e 75 di contributi previdenziali, dei quali 61 a carico del datore di lavoro e 14 a carico del lavoratore, per un totale di 207 euro. Nell’Eurozona invece per ogni 100 euro netti di retribuzione, se ne pagano 24 di tasse e 55 di contributi previdenziali, dei quali 38 a carico del datore di lavoro e 17 a carico del lavoratore.

La Spagna presenta il costo del lavoro tra i più contenuti con 160 euro complessivi: per ogni 100 euro netti di retribuzione, se ne pagano 19 di tasse e 41 di contributi previdenziali, dei quali 33 a carico del datore di lavoro e 8 a carico del lavoratore.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Tra le università migliori al mondo mancano le italiane
Nella classifica delle 100 più prestigiose non ce n'è nessuna a bandiera …
Moderna, al via lo studio del vaccino per la variante sudafricana
L'annuncio dall'azienda La casa farmaceutica Moderna ha comunicato di aver consegnato delle …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: