Mar, 03 Agosto
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Aifa, ReiThera disponibile già da settembre. Nel Lazio a metà febbraio arriva il “patentino” per il vaccino

Mosca annulla tutte le restrizioni. Negli Usa Biden promette che entro fine estate ci saranno vaccini per tutti gli americani

Buone notizie arrivano dall’Aifa. Alcuni milioni di dosi del vaccino dell’azienda ReiThera potranno essere somministrate a partire da settembre. Lo ha detto il presidente dell’Agenzia italiana del farmaco Giorgio Palù a SkyTg24. Le dosi del vaccino, ha aggiunto, “potrebbero integrare la disponibilità di oltre 200 milioni di dosi che era stata messo in preventivo di acquisto, ma che sta ritardando“. L’immunità di gregge potrebbe essere raggiunta per fine anno. «L’immunità di gregge dipende dall’efficacia dei vaccini e dall’R con 0, cioè l’indici di contagiosità. Si stima che ci voglia circa il 65% di soggetti vaccinati per proteggere anche quelli che non possono vaccinarsi – ha spiegato. – Per arrivare a circa 40 milioni di vaccinati si puntava all’autunno. Ce la possiamo fare, siamo ben attrezzati. Mi pare che le Regioni siano state molto efficaci sia nel provvedere ai siti di vaccinazione, sia nel reclutare personale. Saremmo in grado di vaccinare 2-300mila persone al giorno e questo ci porterebbe in linea con la previsione per la fine d’anno».

A metà febbraio il Lazio varerà il certificato per il vaccino anti-Covid. Gli uffici della Regione sono al lavoro per mettere a punto un meccanismo che permetta ai cittadini che hanno già completato il ciclo vaccinale fino al richiamo di scaricare il proprio certificato. Attraverso lo Spid si potrà in sostanza accedere all’anagrafe vaccinale e scaricare il documento che attesta l’avvenuta vaccinazione. 

A Mosca il sindaco, Sergey Sobyanin, ha disposto la rimozione delle ultime restrizioni imposte alla Capitale, spalancando la porta a una vita di fatto normale. Tutti i locali, come bar e ristoranti, night club e discoteche, potranno così tornare a servire i clienti dalle 23 alle 6 del mattina, gettandosi alle spalle la limitazione era stata imposta da novembre. L’obbligo per le aziende di mettere in smart-working almeno il 30% del personale è diventato invece una raccomandazione. Di fatto le uniche limitazioni sono ora per musei, cinema e teatro, che devono lavorare al 50% della capienza. 

In Usa il presidente Joe Biden ha promesso che lavorerà affinché ci siano entro la fine dell’estate abbastanza vaccini per il Covid per tutti gli americani. Ha illustrato la strategia della sua amministrazione per accelerare le vaccinazioni e a questo proposito intende ordinare altre 200 milioni di dosi di vaccini Pfizer e Moderna, ovvero 100 milioni per ognuna delle due società. L’obiettivo, secondo i media statunitensi, è aumentare gli ordini dagli attuali 400 milioni a 600 milioni di dosi. Tuttavia secondo Biden le cose andranno peggio prima di migliorare. Per questo ha insistito ancora una volta sull’uso della mascherina anche alla luce delle “nuove varianti del Covid che sembrano essere più trasmissibili“. 

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

LEGGI ANCHE: Reithera, via libera al contratto di sviluppo con Invitalia: previsti investimenti per 81 milioni

Ti potrebbe interessare anche:

All’asta una moneta in puro oro: vale 200 mila sterline
È stata trovata per caso, verrà battuta l'8 settembre È finita all'asta …
Green Pass, le ipotesi per i trasporti
Ecco come potrebbe funzionare se venisse esteso In settimana, tra martedì 3 …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: