Mer, 03 Marzo
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Vaccino, somministrate 1,7 milioni di dosi in Italia. Al via la campagna in Algeria e Bolivia

In Giappone la somministrazione agli over 65 partirà ad aprile. Il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, ha ricevuto la prima dose a New York

E’ di oltre 1,7 milioni (1.700.625) il numero totale delle somministrazioni di vaccini anti-Covid eseguite in Italia. I richiami sono stati finora 381.837. Lo rende noto la Presidenza del Consiglio dei ministri nel suo ultimo report.

Le prime dosi del vaccino russo Sputnik V arriveranno oggi in Algeria e la campagna di vaccinazione contro il Coronavirus inizierà sabato a Blida (nel centro del Paese), primo epicentro della pandemia. «La campagna di vaccinazione partirà simbolicamente sabato da Blida», ha detto il ministro della Comunicazione di Algeri, Ammar Belhimer, citato dall’agenzia ufficiale Aps, aggiungendo che questa operazione riguarderà principalmente personale medico, anziani e anziani malati cronici. Il primo lotto russo sarà ricevuto oggi pomeriggio all’aeroporto militare di Boufarik, nella prefettura di Blida. La quantità di dosi erogate non è stata specificata. Alla fine di dicembre però Algeri aveva annunciato di aver ordinato 500 mila dosi di vaccino dal suo alleato russo. Il più grande Paese del Maghreb (44 milioni di abitanti) riceverà nei prossimi giorni anche un altro lotto di vaccini dalla Cina, altro partner tradizionale dell’Algeria.

Anche in Bolivia sono arrivate le prime 20 mila dosi del vaccino russo Sputnik V, con cui sarà possibile avviare la campagna di vaccinazione nazionale, cominciando dal personale sanitario di prima linea. Lo scrive l’agenzia di stampa Abi. Un aereo della compagnia statale Boliviana de Aviación (Boa) era stato inviato in mattinata a Buenos Aires a prelevare nell’aeroporto di Ezeiza parte delle dosi appena arrivate da Mosca per il programma di immunizzazione del ministero della Salute argentino. Il presidente boliviano Luis Arce si è presentato a sorpresa nell’aeroporto di El Alto, città gemella di la Paz, per assistere all’arrivo. Il 30 dicembre scorso il governo della Bolivia ha firmato con la Russia un contratto per l’acquisto di 5,2 milioni di dosi del vaccino Sputnik V, con l’obiettivo di somministrarlo in modo gratuito e volontario alla popolazione. Il proposito del Governo è di immunizzare il 100% della popolazione vaccinabile con oltre 15 milioni di dosi dei vaccini Sputnik V, AstraZeneca-Oxford e di quelli che saranno ricevuti attraverso il meccanismo Covax dell’Oms.

La distribuzione dei vaccini per le persone sopra i 65 anni di età in Giappone, una delle fasce prioritarie nel Paese del Sol Levante, non avverrà prima di aprile. Lo ha detto il ministro per le Riforme amministrative, Taro Kono, che è anche la persona incaricata per la coordinazione delle inoculazioni dal premier Yoshihide Suga.

Il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, ha ricevuto la prima dose del vaccino presso la Adlai E. Stevenson High School di New York, nel Bronx.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA/TINO ROMANO

Ti potrebbe interessare anche:

Al via il primo Dpcm dell’era Draghi. Rimarrà in vigore fino al 6 aprile, confermata la divisione in colori
Il premier Draghi ha firmato il decreto che entra in vigore il …
Robinhood, verso la quotazione in Borsa dopo il caso GameStop
Secondo Bloomberg l'offerta pubblica iniziale potrebbe basarsi su una valutazione da 30 …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: