Sab, 31 Luglio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Covid, in arrivo il primo weekend in zona gialla. Ecco cosa si potrà fare

Misure restrittive anti-movida a Milano e a Firenze

Si avvicina il primo weekend in zona gialla per tante Regioni italiane. A parte infatti Umbria, Puglia, Sardegna, Sicilia e la Provincia autonoma di Bolzano che rimangono arancioni, il resto del Paese si è schiarito del tutto da domenica scorsa. Ed in vista del prossimo weekend è bene ricordare cosa si può fare e cosa no.

Attenzione agli spostamenti perché anche in questo caso sono vietati quelli fuori Regione. Ci si può muovere solo all’interno del territorio, almeno fino al 15 febbraio, e dalle 5 alle 22 quando scatta per tutti il coprifuoco. I familiari conviventi possono spostarsi a bordo della stessa auto mentre per le persone non conviventi il posto di fianco al guidatore deve essere lasciato vuoto e i passeggeri possono essere al massimo due, seduti dietro vicino ai finestrini.

Bar e ristoranti sono aperti fino alle 18, quindi si può tranquillamente andare a pranzo fuori. Le gite sono consentite purché all’interno della propria Regione e si può andare senza limitazioni nelle seconde case anche fuori dalla propria Regione, se si dimostra di avere l’immobile di proprietà o con un contratto di affitto firmato prima del 14 gennaio 2021. Gli alberghi e le altre strutture ricettive sono aperti e all’interno i bar e i ristoranti rimangono a disposizione dei clienti che vi alloggiano.

Niente shopping all’interno dei centri commerciali. Secondo il Dpcm in vigore fino al 5 marzo 2021 nelle giornate festive e prefestive sono infatti chiusi, ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie.

La parola d’ordine rimane sempre e comunque responsabilità. Per questo saranno intensificati a Milano i controlli anti-movida, come previsto dal comitato per l’ordine e la sicurezza che si è tenuto in Prefettura. A Firenze invece è stata emanata un’ordinanza per vietare, il venerdì e il sabato, nelle ore dell’aperitivo lo stazionamento nelle zone a più alto rischio assembramenti del centro. L’ordinanza riguarderà la fascia oraria che va dalle 18 alle 22.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Harry Potter la pietra filosofale battuto all’asta per 80 mila sterline
Si tratta di una prima edizione storica, firmata Una prima edizione firmata …
Bollo auto, dal 20 agosto parte cancellazione arretrati
Vale per tutti coloro che hanno cartelle esattoriali sotto i cinque mila …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: