Sab, 31 Luglio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Ubi Banca, l’integrazione ad aprile con Intesa pesa per 3,8 miliardi

Sull’intero 2020 l’utile netto si è attestato a 254,7 milioni rispetto ai 323 del 2019

Per Ubi Banca pesano gli oneri dovuti all’integrazione con Intesa Sanpaolo, pari a circa 3,8 miliardi netti.

Nel quarto trimestre del 2020 l’istituto ha registrato un utile netto di 39,1 milioni, caratterizzato, nel confronto con il trimestre precedente (44 milioni) da ricavi in crescita e costi in riduzione, ma anche da maggiori accantonamenti.

I proventi operativi sono cresciuti a 916,7 milioni, il miglior risultato trimestrale dell’anno, grazie all’incremento del margine d’interesse e delle commissioni nette. Prosegue il contenimento degli oneri operativi a 558,5 milioni, il livello trimestrale più basso dell’anno. Tali andamenti hanno portato a un risultato della gestione operativa in incremento di oltre il 63% a 358,2 milioni.

Per quanto riguarda i risultati sull’intero 2020, al netto degli impatti legati all’integrazione con Intesa, Ubi Banca ha registrato un utile netto a 254,7 milioni (rispetto ai 323 del 2019), influenzato tra l’altro dai costi collegati all’OPAS (circa 35 milioni netti) e dai maggiori contributi sistemici (circa 13 milioni netti).

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Pnrr, modulo treni: meno tempo di viaggio, meno C02
Emerge dall'allegato infrastrutture al Def Secondo quanto emerso dall'Allegato infrastrutture al Def, …
Ecobonus, al via i nuovi incentivi dal 2 agosto
Le prenotazioni sul sito del Mise A partire dal 2 agosto 2021 …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: