Gio, 02 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Cashback, i furbetti degli scontrini: 148 per 50 euro di spesa

È successo al registratore di cassa di un distributore di benzina a Nervesa, nel Trevigiano

I furbetti del cashback hanno iniziato a farsi sentire. A Nervesa, provincia di Treviso, in poco più di un’ora il registratore di cassa di un distributore di benzina ha emesso ben 148 scontrini per un totale di 50 euro di spesa: transazioni da 20, 30, 70 centesimi per accumulare quante più operazioni bancarie possibili. «Quando sono arrivato non credevo ai miei occhi – ha commentato il gestore – mi sono trovato con il registratore di cassa senza carta e quasi 150 scontrini, inclusi tra le 20:15 e le 21:45 di venerdì sera. All’inizio ho pensato a qualche malfunzionamento, poi guardando meglio ho visto che le transazioni erano tutte di pochi centesimi».

Dai filmati delle telecamere di sorveglianza si vede che a effettuare quei micropagamenti è stata la stessa persona: il numero di targa è ben visibile benché la persona risulti irriconoscibile. Il bonus cashback incentiva l’uso delle carte di credito o bancomat per ricevere un rimborso in denaro per acquisti effettuati a titolo privato sul territorio nazionale: per accedere al rimborso bisogna effettuare 50 operazioni in un semestre e non è fissato un importo minimo di spesa.

Quello accaduto al benzinaio non è un caso isolato: nella stessa giornata si sono registrati episodi molto simili in tutta Italia, che fanno pensare a una gara coordinata tra coloro che hanno scaricato l’app per essere primi in classifica, e concorrere così al super cashback, il premio aggiuntivo di 1.500 euro.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

LEGGI ANCHE: Cena al ristorante per 13: i clienti nascosti nello stanzino

Ti potrebbe interessare anche:

Pagamenti in contanti: dal 1 gennaio si abbassa il tetto
Calano in compenso le multe previste, dai duemila attuali ai 1000 euro …
Obbligo vaccinale in Europa: la legge nei vari Paesi
Mentre i vari Parlamenti si muovono in autonomia, Von der Leyen rilancia …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: