Mer, 28 Luglio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Petrolio, dopo l’abisso del 2020 ora i prezzi salgono a pre-covid

Le quotazioni per il greggio sono sopra i 56 dollari, grazie alla ripresa della Cina

Il 2020 è stato un annus horribilis anche per il mercato del petrolio. Tuttavia nei primi mesi del 2021, grazie alla ripresa della Cina e alla tenuta di alcuni beni di consumo, il prezzo del greggio ha recuperato i livelli pre-coronavirus. Adesso la palla passa nelle mani dell’Opec, che in un vertice a inizio marzo dovrà decidere come gestire la fase di uscita definitiva dall’emergenza evitando il duro confronto tra Russia e Arabia Saudita che si è già visto lo scorso marzo.

I futures sul petrolio Wti hanno toccato i 60 dollari al barile e venerdì il prezzo è stato di 56,8, di più rispetto allo scorso gennaio agli albori della pandemia, quando toccava i 56,7. Il 21 aprile 2020 è stato raggiunto il minimo storico con 29 dollari al barile.

I motivi della ripartenza sono da ricercarsi, come detto, alla ripresa del mercato cinese, ma anche a un maggior consumo in Occidente di prodotti di largo consumo con materie plastiche utilizzabili in casa.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

NFT, all’asta una domanda di lavoro di Steve Jobs
È stata inviata per candidarsi per una posizione sconosciuta nel 1973 Gli …
Bonus mamma domani, si può fare richiesta fino a dicembre
Va richiesto all'inizio dell'ottavo mese di gravidanza o al momento della nascita …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: