Ven, 30 Luglio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Banca Generali, il 2020 si chiude con utile e ricavi in rialzo. La raccolta netta è stata pari a 5,9 miliardi, il 14,3% in più rispetto all’anno precedente

L’istituto intende distribuire 3,3 euro per azione, ma deciderà l’assemblea del 22 aprile

Banca Generali chiude il 2020 con utile e ricavi in rialzo. Secondo i risultati preliminari l’anno del Covid ha visto un utile di 274,9 milioni di euro (+1%), mostrando una crescita in tutte le principali voci di bilancio, nonostante alcune poste straordinarie di natura non-operativa, legate ad accantonamenti e innalzamento dell’aliquota fiscale, per 42,8 milioni.

Il margine di intermediazione è aumentato del 6,9% a 617,6 milioni, grazie all’incremento del margine finanziario (+24,3%) e delle commissioni ricorrenti (+7%). Il margine d’interesse si è attestato a 89,6 milioni, evidenziando un +21,1%. Le commissioni lorde ricorrenti hanno messo a segno una crescita del 6,6%, trainata dalle commissioni di gestione.

Le masse totali a fine periodo sono aumentate dell’8% a 74,5 miliardi. La componente gestita e assicurativa si è attestata complessivamente a 53,8 miliardi (+6,5%), trainata dalle soluzioni gestite (+9,9%) mentre le polizze vita tradizionali sono rimaste stabili. La raccolta netta nel 2020 è stata pari a 5,9 miliardi, segnando una crescita del 14,3% rispetto allo scorso anno.

Banca Generali conferma l’importanza di perseguire la politica di dividendi su cui si è impegnata con investitori istituzionali e retail in sede di presentazione del piano strategico triennale 2019-21. Il CdA, riunitosi oggi, ha quindi deciso di presentare all’assemblea degli azionisti convocata per il prossimo 22 aprile la proposta di distribuire dividendi cash per 385,6 milioni, pari a 3,30 euro per azione (al lordo delle ritenute di legge), corrispondenti a un pay-out del 70,5%, calcolato sugli utili cumulati consolidati degli esercizi 2019 e 2020. La distribuzione, se approvata dall’assemblea, avverrà con le seguenti modalità: 2,70 euro per azione nella finestra temporale dal 15 ottobre al 31 dicembre 2021; 0,60 euro per azione tra il 15 gennaio ed il 31 marzo 2022.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA/MATTEO BAZZI

Ti potrebbe interessare anche:

Deloitte, il calcio europeo ha perso quattro miliardi di ricavi
La più colpita è la Serie A Il 2020 è stato un …
Ferrari, venduta all’asta la più costosa di sempre
È un rarissimo esemplare di F40 blu dell'89 L'influencer britannico Sam Moores, …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: