Mar, 27 Luglio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Regno Unito, il Pil nel 2020 cala del 9,9%. E’ la maggiore contrazione della storia

Nel quarto trimestre il dato segna +1% ma -7,8% su base annua

L’economia britannica è cresciuta più del previsto nel quarto trimestre 2020 ma a livello annuale registra la maggior contrazione della storia. Il Pil del Regno Unito ha registrato nell’ultima parte dell’anno del Covid un rialzo dell’1% rispetto al +16% del trimestre precedente, mentre gli analisti si aspettavano una crescita dello 0,5%.

Nel quarto trimestre del 2020 si sono verificati aumenti nei servizi, nella produzione e nelle costruzioni, anche se la produzione di queste industrie è rimasta al di sotto dei livelli pre-pandemia. C’è stata un’ulteriore ripresa dei consumi pubblici e, in misura minore, degli investimenti delle imprese.

La produzione industriale inglese ha mostrato a dicembre un rialzo mensile dello 0,2%, in leggero rallentamento rispetto al +0,3% della passata rilevazione. Il mercato si attendeva una crescita dello 0,5%. Su base annua il dato ha evidenziato un calo del 3,3% dal precedente -3,9% contro il -3,7% del consensus Bloomberg.

Secondo i dati dell’ONS (Office for National Statistics), che ha fornito la stima preliminare, su base annua, nei confronti del quarto trimestre 2019, il Pil inglese ha mostrato una flessione del 7,8%, dopo il -9,6% precedente, e contro il -8,1% del consensus.

Nel corso di tutto il 2020, il Pil si è contratto del 9,9%, segnando il più grande calo annuale mai registrato. Il consesuns, secondo dati Refinitiv, era per un -8%.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Carburanti, i prezzi scendono ma siamo ancora a livelli record
La benzina costa in media 1,653 euro al litro, 1,510 euro il …
Lusso, boom di utili e fatturato nel primo semestre 2021 per Lvmh
La divisione moda e pelletteria, la più importante del gruppo, ha vantato …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: