Mer, 28 Luglio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Russia, la banca centrale lascia i tassi fermi al 4,25%. Politica accomodante per tutto il 2021

Secondo le stime l’economia russa dovrebbe mostrare una crescita tra il 3 e il 4% nel 2021. Nel periodo 2022-2023 il Pil dovrebbe crescere rispettivamente del 2,5-3,5% e del 2-3%

Anche la Banca centrale russa ha deciso di lasciare i tassi di interesse di riferimento fermi al 4,25%, in linea con le indicazioni degli analisti e come hanno deciso anche gli istituti di altre nazioni.

E tutto questo a causa della pandemia che sta rendendo difficile e lenta la ripresa. Secondo le sue stime, l’economia russa dovrebbe mostrare una crescita tra il 3 e il 4% nel 2021. Nel periodo 2022-2023 il Pil dovrebbe crescere rispettivamente del 2,5-3,5% e del 2-3%.

«Il percorso di crescita economica a medio termine sarà ampiamente influenzato da ulteriori sviluppi della pandemia in Russia e nel mondo, dalla natura della ripresa della domanda privata in un contesto di potenziale cambiamento nel comportamento dei consumatori e delle imprese, nonché dal percorso di consolidamento del bilancio. La politica monetaria accomodante continuerà a sostenere l’economia per tutto il 2021», si legge in una nota della banca.

La prossima riunione dell’istituto centrale russo è in programma il 19 marzo.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: EPA/YURI KOCHETKOV

Ti potrebbe interessare anche:

NFT, all’asta una domanda di lavoro di Steve Jobs
È stata inviata per candidarsi per una posizione sconosciuta nel 1973 Gli …
Bonus mamma domani, si può fare richiesta fino a dicembre
Va richiesto all'inizio dell'ottavo mese di gravidanza o al momento della nascita …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: